Finanza Notizie Italia Investimenti sostenibili: gli italiani i più interessati in Europa

Investimenti sostenibili: gli italiani i più interessati in Europa

investimenti sostenibili

Italiani sensibili alle tematiche sostenibili anche quando si tratta di soldi. Secondo l’indagine UBS Investor Watch “Rendimenti di valore”, l’interesse degli italiani per gli investimenti sostenibili e responsabili, vale a dire quelli che nella valutazione di imprese e istituzioni integrano l’analisi finanziaria con quella ambientale, sociale e di buon governo, è cresciuto ben oltre la media europea e risulta essere il più alto in Europa.

Lo dimostrano i numeri raccolti dalla ricerca: l’86% degli investitori italiani è sempre più attivo nell’allineare le decisioni di spesa ai propri valori personali (contro una media globale dell’81%) e nello spendere di più per prodotti di aziende che adottano pratiche sostenibili (media italiana: 76%; media globale: 69%). Questa mentalità si traduce anche in un interesse verso gli investimenti sostenibili, con una prevalenza nell’Italia centrale (96%). Anche se in tutte le fasce d’età si registra un’elevata attenzione per gli investimenti sostenibili, è il gruppo degli under 35 a essere maggiormente coinvolto (96%), mentre la fascia 51-64 mostra un livello di interessamento inferiore (87%).

Fanno bene anche al portafoglio
Dalla ricerca emerge che sono pochissimi gli investitori italiani che si aspettano un rendimento inferiore quando investono in strumenti sostenibili. Il 93% degli investitori italiani (a fronte dell’82% globale) ritiene infatti che i rendimenti degli investimenti sostenibili saranno pari o superiori a quelli degli investimenti tradizionali e considera le aziende sostenibili maggiormente responsabili, meglio gestite e più lungimiranti, e pertanto dei “buoni investimenti”.

Finanza sostenibile sarà la pratica standard nel futuro
E anche guardando al futuro gli investitori italiani rimangono positivi prevedendo un notevole incremento della popolarità degli investimenti sostenibili nei prossimi anni: addirittura il 90% è attualmente interessato agli investimenti sostenibili (media globale: 85%) e oltre la metà (54%) degli stessi prevede di detenere investimenti sostenibili nel proprio portafoglio nei prossimi cinque anni (media globale: 48%). In termini di fasce d’età, i più propensi a optare da qui a 5 anni per gli investimenti sostenibili sono gli under 35 (70%).

L’interesse è tale che il 72% degli investitori italiani ritiene che investire nella finanza sostenibile diverrà la nuova pratica standard nell’arco di un decennio, con un valore ben superiore alla media globale (58%). Al contrario, soltanto un terzo degli investitori negli Stati Uniti e nel Regno Unito concorda sul fatto che gli investimenti sostenibili diverranno una pratica comune entro tale lasso di tempo.