Finanza Notizie Italia Famiglie sempre più indebitate: aumenta la richiesta di mutui, ma ancora di più il credito al consumo

Famiglie sempre più indebitate: aumenta la richiesta di mutui, ma ancora di più il credito al consumo

famiglie debito

Le famiglie italiane sono sempre più indebitate. Non solo per i mutui, che ricoprono una parte importante, ma anche per prestiti finalizzati al consumo. Una tendenza che si diffonde dal 2014 e che spesso riguarda proprio le famiglie economicamente più deboli.

Secondo i dati (riferiti al 31 dicembre 2017) raccolti dall’ufficio studi della Cgia, ogni famiglia ha un debito nei confronti delle banche e degli istituti finanziari di 20.549 euro. Nell’insieme, i “passivi” accumulati ammontano a quasi 534 miliardi di euro. Dal 2014 l’andamento è in costante crescita: in questi ultimi 3 anni il debito è aumentato di 40,6 miliardi di euro (+8,2 per cento) e in gran parte è riconducibile al fatto che gli istituti di credito sono tornati a prestare i soldi. Per i mutui, ma non solo. Anzi. Tra la fine del 2016 e la fine del 2017, gli impieghi bancari alle famiglie per l’acquisto delle abitazioni sono aumentati dell’1,9 per cento, mentre i dati del credito al consumo, indicano un +8,3 per cento.

“La maggiore incidenza del debito sul reddito – sottolinea il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia, Paolo Zabeo – si riscontra nelle famiglie economicamente più deboli, vale a dire in quelle a rischio esclusione sociale che, statisticamente, sono tornate a crescere paurosamente, visto che gli effetti della crisi hanno accentuato, anche da noi, il divario tra poveri e ricchi”.

Lombardia capofila
A livello geografico, le famiglie più “esposte” con le banche abitavano in Lombardia. Al primo posto si scorgono quelle residenti nella provincia di Milano, con un debito di 29.595 euro; al secondo posto quelle di Monza-Brianza, con 29.078
euro e al terzo posto le residenti a Lodi, con 27.631 euro. Appena fuori dal podio troviamo Como: il debito medio ammontava a 27.501 euro.
Negli ultimi posti della graduatoria nazionale, invece, si trovano le famiglie residenti nel Sud, come quelle di Reggio Calabria, con un debito di 10.301 euro, quelle di Vibo Valentia, con 9.411. Le famiglie meno indebitate d’Italia, infine, sono ubicate a Enna, con un “rosso” che si è attestato a 9.169 euro.