News Finanza Notizie Mondo Nvidia, trimestrale deludente e guidance III trimestre sotto le attese

Nvidia, trimestrale deludente e guidance III trimestre sotto le attese

Nvidia, la maggiore società americana di semiconduttori per capitalizzazione, ha chiuso il secondo trimestre dell’anno fiscale 2023 (terminato il 31 luglio 2022) con entrate pari a 6,70 miliardi di dollari, in aumento del 3% rispetto a un anno fa e in calo del 19% rispetto al trimestre precedente. Il dato è nettamente inferiore alle attese e alla guidance di 8,1 miliardi. L’utile netto GAAP è stato di 656 milioni di dollari (-72% anno su anno), pari a 0,26 dollari per azione, mentre l’utile netto non GAAP è stato di 1,29 miliardi di dollari, pari a 0,51 dollari per azione. Per il terzo trimestre dell’anno fiscale 2023

Anche la guidance per terzo trimestre dell’anno fiscale 2023 è debole con la società che si aspetta entrate in calo del 17% su base annua a 5,90 miliardi dollari, più o meno il 2%, rispetto alla stima media degli analisti di 6,95 miliardi di dollari. I ricavi sono circa 1 miliardo sotto le attese, appesantiti dalla debolezza nel segmento gaming in parte compensate da una continua crescita nel segmento datacenter.

“Stiamo attraversando le transizioni della nostra catena di approvvigionamento in un ambiente macro impegnativo e lo supereremo”, ha affermato Jensen Huang, fondatore e ceo di Nvidia. “Il calcolo accelerato e l’IA, il lavoro pionieristico della nostra azienda, stanno trasformando le industrie – ha aggiunto – L’automotive sta diventando un’industria tecnologica ed è sulla buona strada per diventare il nostro prossimo business da miliardi di dollari. I progressi nell’intelligenza artificiale stanno guidando la nostra attività di data center, accelerando al contempo le scoperte in campi come la scienza del clima fino e la robotica”.

“Sebbene a livello di sentiment le indicazioni di Nvidia siano negative per il settore, nello specifico per STM ed IFX le implicazioni negative sono limitate in quanto il vertical gaming rappresenta una quota minima del fatturato” affermano gli analisti di Equita che hanno rating hold su STM con un target price a 45 euro (oggi il titolo scambia a +0,3% a 36 euro).