News Finanza Indici e quotazioni Mps: titolo schizza in Borsa di oltre +18% con Anima in aumento capitale e parole Lovaglio

Mps: titolo schizza in Borsa di oltre +18% con Anima in aumento capitale e parole Lovaglio

Titolo Mps in rally a Piazza Affari: le quotazioni della banca senese volano fin oltre il 18% dopo le indiscrezioni degli ultimi giorni, oltre quota 0,36 euro. Effetto Anima e parole del ceo del Monte dei Paschi di Siena, Luigi Lovaglio, sul titolo.

Lo scorso venerdì, l’agenzia di stampa Ansa ha riportato le indiscrezioni sulla partecipazione all’aumento di capitale di Mps da parte di Anima Holding.

Il rumor ha messo subito il turbo al titolo che, nella sessione di venerdì, ha chiuso con un rally pari a +6,85%, a 0,3560 euro. Oggi il rally continua, infiammando il titolo di oltre +18%.

“Anima Holding, società di gestione del risparmio, potrebbe mettere sul piatto una cifra compresa tra i 150 e 250 milioni di euro, viene confermato all’ANSA in ambienti finanziari”, ha riportato l”agenzia di stampa, aggiungendo che “il sostegno di Anima è subordinato al rafforzamento della partnership commerciale con Siena nel risparmio gestito, in scadenza nel 2030, e potrebbe rappresentare un contributo importante alla riuscita di una ricapitalizzazione che si prospetta molto impegnativa”.

Oltre all’effetto Anima c’è anche quello delle parole del ceo di Mps Luigi Lovaglio che, in una intervista rilasciata a MF, si è così espresso:

“MPS ha un enorme potenziale e farà emergere in modo risolutivo il proprio valore, fondato su un modello di business a basso assorbimento di capitale e con fondamentali solidi, Ci sono almeno tre buone ragioni per crederci: l’eccellenza del network, con una forte presenza delle filiali su tutto il territorio, la qualità dei ricavi con un livello di commissioni superiore al margine di interesse e una best in class challenger bank, Widiba”.

Si mettono però in evidenza anche le parole del consigliere economico di Giorgia Meloni, leader di Fdi, Maurizio Leo. Interpellato da Bloomberg, Leo ha consigliato di rinviare l’operazione di aumento di capitale di Mps – che il ceo della banca Luigi Lovaglio ha pianificato di lanciare alla metà di ottobre.

“E’ un momento difficile ed è meglio aspettare il nuovo governo. Quella del Monte dei Paschi è un’operazione importante, che deve tutelare sia i posti di lavoro sia un asset strategico per l’economia italiana”.

In teoria, l’operazione di aumento di capitale dovrebbe iniziare alla metà di ottobre, qualche settimana dopo le elezioni politiche del 25 settembre, che vedono il centro destra in vantaggio.

Bloomberg fa notare che, in base ai meccanismi della politica italiana, i vari partiti non riuscirebbero a formare un nuovo governo entro la metà di ottobre, periodo a partire dal quale la banca guidata dal ceo Luigi Lovaglio ha pianificato il via alla ricapitalizzazione.