Finanza Notizie Mondo Elon Musk scende a patti con la Sec: non sarà più presidente di Tesla ma resterà ceo

Elon Musk scende a patti con la Sec: non sarà più presidente di Tesla ma resterà ceo

Weekend di fuoco per Elon Musk che abdicherà dalla poltrona di presidente e pagherà una multa da 20 milioni di dollari. Sono queste le basi dell’accordo con la Securities and Exchange Commission (Sec) dopo l’accusa di frode in seguito al tweet di Musk dello scorso 7 agosto, quando il fondatore del colosso delle auto elettriche annunciò la volontà di procedere al delisting di Tesla a 420 dollari per azione, assicurando la disponibilità di fondi garantiti per l’operazione.

Complessivamente l’indagine della SEC costerà a Musk il suo posto di presidente (mentre rimarrà ceo) e lui e la società verseranno 40 milioni di dollari in sanzioni. Musk e Tesla non hanno ammesso o negato le accuse della SEC. L’accordo ora dovrà essere approvato dal Tribunale.

SEC impone un controller che vigili su comunicazioni di Musk
L’accordo prevede che Musk non ricopra per 3 anni dalla carica di presidente di Tesla, mantenendo però quella di CEO. Musk avrà 45 giorni per lasciare la carica di presidente. Un accordo che evuita il peggio poichè venerdì sul mercato si era ipotizzato che il fondatore di Tesla potesse essere costretto a lasciare ogni incarico. L’accordo prevede anche che Tesla assuma un avvocato con il compito di controllare l’operato di Musk relativamente alle comunicazioni di informazioni relative alla società.

venerdì il titolo Tesla era crollato fino a oltre il 15% per poi chiudere a -13,9%. Oggi la reazione del mercato dovrebbe essere molto positiva con le azioni Tesla salite dell’11% nel pre-market dopo l’annuncio dell’accordo.

Musk trova tempo anche per mail di incoraggiamento ai dipendenti
Intanto Musk, stando a quanto riferito da Bloomberg, ha sfruttato il fine settimana inviando una e-mail di incoraggiamento ai dipendenti di Tesla alle prese con il rush finale del trimestre per incrementare la produzione e consegnare più automobili possibili. “Siamo molto vicini al raggiungimento della redditività, ma, per essere certi, dobbiamo eseguire molto bene domani (domenica) in modo da raggiungere una vittoria epica oltre ogni aspettativa”, ha scritto Musk nella mail. 

Tesla aveva indicato come obiettivo quello di produrre tra 50.000 e 55.000 Model 3 nel trimestre appena concluso.