Finanza Notizie Italia Lavoro: la ricerca all’inverso, per le imprese 1 profilo professionale su 3 non si trova

Lavoro: la ricerca all’inverso, per le imprese 1 profilo professionale su 3 non si trova

lavoro
Aumentano le imprese che programmano assunzioni, ma aumenta anche la difficoltà nel trovare i profili professionali giusti. Se da una parte cresce la percentuale di aziende che ha in programma ingressi di personale, salendo al 17% ad ottobre dal 15% dell’anno prima, e si contano 31mila opportunità di lavoro in più rispetto all’anno scorso; dall’altra si registra a ottobre il record del mismatch tra domanda offerta di lavoro.

Secondo la ricerca Sistema informativo Excelsior, realizzata da Unioncamere e Anpal e diffusa oggi, su circa 370mila contratti di lavoro da stipulare entro fine mese, il 29% presenta difficoltà di reperimento (era il 25% l’anno scorso), vale a dire 1 su tre. Tra i profili professionali più difficili da reperire si hanno i tecnici in campo ingegneristico, come ad esempio tecnici addetti alla programmazione di macchine a controllo numerico e tecnici per la gestione, manutenzione ed uso di robot industriali, per cui il mismatch sale addirittura al 61%. E poi gli operai specializzati nella lavorazione dei metalli (58%), tra cui fonditori, saldatori, fabbri; gli addetti a macchinari dell’industria tessile, gli ingegneri e gli operai di macchine automatiche (50%); gli elettromeccanici (47%), come ad esempio installatori, montatori, manutentori di macchinari per impianti industriali, di apparecchiature elettriche, elettroniche, informatiche.

Made in Italy e meccatronica i settori che registrano le maggiori difficoltà di incontro domanda-offerta di lavoro, a partire dalle industrie metallurgiche e dei prodotti di metallo, industrie tessili, dell’abbigliamento e calzature, industrie meccaniche ed elettroniche, industrie del legno e del mobile. Fra i motivi alla base del mismatch l’esiguo numero di candidati ma, al tempo stesso, una preparazione non in linea con le richieste da parte delle imprese riguardo il possesso di specifiche competenze e qualificazioni, a partire dalla capacità di stare al passo con l’innovazione.