Notiziario Notizie Italia Investimenti sostenibili, anche in Italia piacciono sempre di più ma manca l’informazione

Investimenti sostenibili, anche in Italia piacciono sempre di più ma manca l’informazione

Gli italiani sono sempre più sensibili al tema della sostenibilità, anche quando si tratta di decidere dove mettere i propri risparmi. Lo testimoniano i risultati della ricerca annuale Schroders Global Investor Study 2018, condotta su oltre 22.000 persone in 30 Paesi, dai quali emerge che un comportamento socialmente responsabile delle società in cui investire è considerato un fattore di scelta più rilevante rispetto a 5 anni fa per il 73% degli italiani.

Oltre alla crescente attenzione, il 63% degli investitori italiani ha anche aumentato, rispetto a 5 anni fa, la propria
allocazione in fondi sostenibili. L’aumento degli investimenti sostenibili dichiarato dagli italiani si traduce in una percentuale media di allocazione del 36% del portafoglio, in linea con gli investitori a livello europeo (36%) e globale (37%).

investimenti sostenibili

Ciò è supportato dal crescente convincimento degli investitori che l’approccio sostenibile non va a scapito del
rendimento nel lungo termine: solo il 23% degli italiani teme infatti una possibile correlazione negativa. Si tratta di un dato incoraggiante, ma resta importante l’impegno a livello di industria verso una maggiore e più diffusa educazione finanziaria.

investimenti sostenibili

Più nel dettaglio, il 25% degli italiani denuncia inoltre la difficoltà di ricevere un’adeguata consulenza su questo tipo di investimenti. La mancata comprensione riguardo al significato reale di investimento sostenibile continua ad agire da barriera: il 16% degli italiani non riesce a individuare con precisione gli strumenti con un approccio realmente sostenibile (contro il 20% a livello europeo e 22% a livello globale), mentre per il 6% non è chiara la definizione di investimento sostenibile (7% in Europa e 9% globale).