Finanza Notizie Italia Bollette luce: rincari del 14,5% negli ultimi 6 anni, ma in arrivo un ulteriore balzello per morosità altrui

Bollette luce: rincari del 14,5% negli ultimi 6 anni, ma in arrivo un ulteriore balzello per morosità altrui

Negli ultimi sei anni le bollette della luce hanno subito rincari del 14,5%, al punto che rispetto al 2012 una famiglia media pagherà quest’anno 68 euro in più solo per i consumi elettrici. Secondo i calcoli del Codacons, a parità di consumi, la spesa annua degli utenti per l’elettricità ha subito una crescita significativa, passando dai 467 euro del 2012 ai 535 euro del 2018, e ciò non solo per gli incrementi delle tariffe: la bolletta dell’energia si arricchisce sempre più di voci che nulla hanno a che vedere con i consumi elettrici. Basti pensare agli oneri di sistema, quali “oneri nucleari”, “agevolazioni per il settore ferroviario”, “enti locali che ospitano impianti nucleari”, “agevolazioni alle industrie energivore”. Ma quest’anno potrebbe arrivare un ulteriore balzello per coprire chi non paga e il buco creato dal fallimento di alcuni operatori dell’energia, così come deciso da Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti Ambiente.

Con la delibera dell’1 febbraio, Arera ha previsto di recuperare parte del mancato incasso degli oneri di sistema delle bollette ai consumatori in regola. In altre parole, spiega Adusbef, “si tenta di spalmare sugli incolpevoli consumatori e sulle famiglie già saccheggiate da rincari, balzelli ed inique delibere dell’Autorità Arera il mancato recupero degli utenti morosi, siano essi allacci di energia elettrica abusivi non pagate che altre fattispecie di consumi non recuperati”. Il conto complessivo si aggirerebbe sui 200 milioni di euro.

Il fenomeno della morosità è legato a stretto giro a quello dei furbetti del turismo elettrico, di coloro cioè che cambiano continuamente gestore per non pagare quanto dovuto. Questo giochetto ha contribuito a far fallire le agenzie di vendita che devono versare gli oneri di sistema alle aziende distributrici di energia, creando così un buco che ora deve essere ripianato.

Gli oneri di sistema vengono pagati già in bolletta dai consumatori. Secondo il Codacons, parte del gettito derivante da queste voci finisce direttamente nelle casse dello Stato, e la somma dei vari oneri di sistema pesa per il 19% su ogni singola bolletta pagata dai consumatori. Più in generale, tasse e oneri vari incidono complessivamente per il 32% sulle fatture elettriche, mentre il 14,5% di ogni bolletta è assorbito dai servizi di rete.