Finanza Notizie Mondo Tesla sfonda i 2.000 $ prima dello split, adesso vale più di WalMart e 25 volte Fca

Tesla sfonda i 2.000 $ prima dello split, adesso vale più di WalMart e 25 volte Fca

A inizio agosto erano in tanti a predire una correzione o almeno una salutare pausa del rally forsennato di Tesla che era passata da un minimo a 350$ a mazo a oltre 1.500$. Invece il titolo del colosso delle auto elettriche ha trovato nuova linfa nell’annuncio dello split azionario nel rapporto 5 a 1. Una mossa non nuova per i titoli che raggiungono valutazioni molto alte in termini di valore delle singole azioni e che si appresta a fare anche Apple.

Le ragioni dietro al rally da split

Lo split rende il titolo più accessibile ai singoli detentori e può far salire la domanda di azioni. Quello che però sta accadendo a Tesla è una vera e propria impennata in attesa dello split: il titolo inizierà a essere negoziato su base rettificata per frazionamento cinque per uno il 31 agosto, ma ogni azionista registrato entro la chiusura di venerdì 21 agosto riceverà quattro azioni ordinarie aggiuntive per ciascuna posseduta.

Tesla ha così superato la soglia dei 2.000 dollari ieri in chiusura con un +6,56% giornaliero. Molti investitori scommettono inoltre che Tesla verrà aggiunta nell’indice S&P 500 dopo il forte rapporto trimestrale del mese scorso (quarto trimestre consecutivo in utile). Il titolo del gruppo guidato da Elon Musk è salito di oltre il 300% nel 2020 e addirittura del 45% dall’11 agosto quando Tesla ha annunciato un frazionamento azionario.

Il valore di mercato di Tesla ha così raggiunto i 372 miliardi di dollari, con solo 7 azioni dell’S&P 500 che vantano una valutazione superiore alla sua. Tesla ha superato il colosso al dettaglio Walmart Inc. dopo l’incredibile impennata delle azioni negli ultimi cinque mesi. Ancora più imbarazzante il raffronto con le altre big dell’auto: vale 5 volte Volkswagen (il sorpasso ai danni della big tedesca risale a gennaio) e addirittura oltre 25 volte FCA. 

Valutazioni che vanno oltre il business delle auto elettriche

Il titolo Tesla viaggia oltre 10 volte il livello in cui veniva scambiato in questo periodo l’anno scorso.

Le azioni di Tesla hanno attualmente un prezzo estremamente alto pari a 148 volte gli utili previsti, secondo Refinitiv. La sua capitalizzazione di mercato “sta scontando molto più delle auto”, rimarca l’analista di Morgan Stanley, Adam Jonas, aggiungendo che la capacità di Tesla di attrarre capitali e talenti sta aumentando con la sua valutazione significativamente più alta.

Gli investitori si aspettano annunci importanti quando Tesla terrà il tanto atteso Battery Day (22 settembre), lo stesso giorno della sua assemblea annuale degli azionisti. La società dovrebbe presentare le innovazioni sulle batterie.

Infine, stando a quanto twittato ieri dal Global Times, Tesla inizierà a lanciare veicoli Model Y “made in China” nella sua fabbrica di Shanghai a partire dal 2021.