Notiziario Notizie Francia Plastica: Danone raccoglie la sfida Ue, le bottiglie di acqua Evian saranno 100% riciclabili entro il 2025

Plastica: Danone raccoglie la sfida Ue, le bottiglie di acqua Evian saranno 100% riciclabili entro il 2025

Entro il 2025 le bottiglie della famosa acqua francese Evian saranno prodotte con una plastica 100% riciclabile. E’ la promessa arrivata oggi dal colosso alimentare Danone, che ha così raccolto la sfida europea contro i rifiuti di plastica. Proprio nei giorni scorsi la Commissione europea ha elaborato la prima strategia per ridurre progressivamente l’inquinamento ambientale da plastica.

Evian, la marca principale della divisione acqua di Danone, si è associata con Loop Industries, che ha messo a punto una tecnologia in grado di trasformare tutti i tipi di rifiuti di plastica in un materiale di più alta qualità. Ad oggi le bottiglie di Evian sono prodotte al 25% con plastica riciclata, che però non può essere lavorata per più di tre volte senza perdere le sue qualità. Con la nuova tecnologia, la percentuale di plastica riciclata salirà al 100% e il materiale potrà essere lavorato senza limiti, conservando le sue proprietà. L’investimento di Danone, terzo produttore al mondo di acqua in bottiglia, non è stato precisato ma sarà “significativo”, a detta della società.

Un primo passo (si spera non l’ultimo) verso la riduzione degli imballaggi di plastica. Ogni anno gli europei generano 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, ma meno del 30% è raccolta per essere riciclata. Nel mondo, le materie plastiche rappresentano l’85 % dei rifiuti sulle spiagge. Le materie plastiche raggiungono anche i polmoni e le tavole degli europei, con la presenza nell’aria, nell’acqua e nel cibo di microplastiche i cui effetti sulla salute umana restano sconosciuti.

“Se non modifichiamo il modo in cui produciamo e utilizziamo le materie plastiche, nel 2050 nei nostri oceani ci sarà più plastica che pesci – ha dichiarato Frans Timmermans, primo vicepresidente responsabile per lo sviluppo sostenibile – Dobbiamo impedire che la plastica continui a raggiungere le nostre acque, il nostro cibo e anche il nostro organismo. L’unica soluzione a lungo termine è ridurre i rifiuti di plastica riciclando e riutilizzando di più”. Con questa idea, la Commissione europea ha deciso che tutti gli imballaggi di plastica sul mercato dell’Ue saranno riciclabili entro il 2030, l’utilizzo di sacchetti di plastica monouso sarà ridotto e l’uso intenzionale di microplastiche sarà limitato.