Notiziario Notizie Inghilterra FT, gli hedge fund hanno piazzato la più grande scommessa (€39 miliardi) contro il debito italiano

FT, gli hedge fund hanno piazzato la più grande scommessa (€39 miliardi) contro il debito italiano

Secondo quanto riporta il quotidiano inglese il Financial Times, gli hedge fund hanno piazzato la più grande scommessa contro i titoli di stato italiani dalla crisi finanziaria globale. La mossa dei grandi della finanza é legata alle crescenti preoccupazioni per le turbolenze politiche a Roma e la dipendenza del Paese dalle importazioni di gas russe.

Il valore totale delle obbligazioni italiane prese in prestito dagli investitori per scommettere su un calo dei prezzi ha raggiunto il livello più alto da gennaio 2008 questo mese, a oltre 39 miliardi di euro, secondo i dati di S&P Global Market Intelligence.

La corsa degli investitori a scommettere contro l’Italia arriva mentre il paese deve far fronte a crescenti venti contrari economici dall’aumento dei prezzi del gas naturale europeo provocato dai tagli alle forniture della Russia e da un clima politico teso con le elezioni che incombono a settembre.

“Italia é il paese più esposto in termini di ciò che accade ai prezzi del gas e la politica è impegnativa”, afferma Mark Dowding, CIO di BlueBay Asset Management, che gestisce circa 106 miliardi di dollari di asset. Sta vendendo allo scoperto obbligazioni italiane a 10 anni utilizzando derivati noti come futures.

Mentre ricordiamo il mese scorso il FMI ha avvertito che un embargo russo sul gas avrebbe portato a una contrazione economica di oltre il 5% in Italia e in altri tre paesi, a meno che altre nazioni non condividessero le proprie forniture.

Il Belpaese è inoltre considerato dagli investitori tra i Paesi più vulnerabili alla decisione della Banca Centrale Europea di allentare i suoi programmi di stimolo alzando i tassi di interesse e bloccando gli acquisti di obbligazioni che hanno sostenuto il vasto mercato del debito del Paese.

Un periodo di relativa calma politica, inaugurato dalla nomina di Mario Draghi a primo ministro nel febbraio 2021, è andato in frantumi nel luglio di quest’anno quando l’ex capo della BCE si è dimesso e la sua amministrazione della coalizione di unità nazionale è andata in pezzi, prosegue il Financial Times.

Le elezioni anticipate sono ora fissate per il 25 settembre, con la leader nazionalista Giorgia Meloni considerata la favorita per diventare il prossimo presidente del Consiglio. Mercoledì, il premier uscente, Draghi ha invitato i partiti in competizione alle elezioni a mantenere gli impegni di riforma finanziaria dell’Italia.

I partiti euroscettici all’interno della coalizione di destra, che secondo i sondaggi potrebbero assicurarsi fino alla metà dei voti il 25 settembre, hanno segnalato che potrebbero rivedere i dettagli del piano di ripresa dell’Italia da 200 miliardi di euro finanziato dall’UE e le altre riforme come una nuova concorrenza legge ad essa collegata.

Il rendimento del BTP a 10 anni sale a 3,7%

Le obbligazioni italiane sono già state vendute nelle ultime settimane che é una chiara risposta degli investitori alla crescente incertezza politica. Il rendimento del debito decennale italiano è salito al 3,7%, spingendo il divario, o “spread”, con il debito tedesco – un barometro del rischio chiave – a 230pb.

Un grande investitore in hedge fund ha affermato che “l’Italia sembra essere il paese più vulnerabile” al peggioramento delle condizioni economiche, aggiungendo che tali scommesse erano ora “diffuse”, con molti gestori che giocavano sullo spread tra le obbligazioni tedesche e italiane.

Non é la prima scommessa degli hedge fund contro l’Italia..

Scommettere contro il debito italiano in passato è stata una mossa altamente redditizia per gli hedge fund a causa dell’incertezza politica di lunga data e dei timori sui 2,3 trilioni di euro di titoli di stato in circolazione nel paese.

Nel 2018, mentre i mercati si preoccupavano se un governo di coalizione avrebbe aumentato i livelli di debito e allentato i legami con l’UE, gli hedge fund hanno aumentato le loro scommesse al livello più alto dalla crisi finanziaria, con il co-fondatore di Brevan Howard, Alan Howard tra coloro che hanno tratto profitto. Tuttavia, le scommesse degli hedge fund, sia in termini assoluti che in proporzione all’emissione totale di obbligazioni, hanno ora superato i livelli del 2018, che é un chiaro segnale di dove gli investitori ritengono che i rendimenti potrebbero andare da qui in avanti.