Finanza Personale Casa Tutte le agevolazioni e i bonus per chi acquista la prima casa nel 2023

Tutte le agevolazioni e i bonus per chi acquista la prima casa nel 2023

La Legge di Bilancio 2023 prevede una serie di novità relative alle agevolazioni prima casa. A beneficiare di queste nuove misure sono le famiglie, i lavoratori autonomi e i piccoli imprenditori. Sicuramente una delle misure più importanti è la proroga al 31 dicembre 2023 della disciplina che regolamenta l’accesso al fondo di solidarietà per la sospensione dei mutui, che sono stati sottoscritti per acquistare la prima casa.

Tra le agevolazioni relative alla prima casa, che sono state prorogate nel nuovo anno, troviamo anche la proroga al 31 marzo 2023 della possibilità di accedere al fondo di garanzia per la prima casa e il bonus under 36, riservato ai più giovani.

Agevolazioni prima casa, cosa succede nel 2023

Tra le agevolazioni previste per quanti hanno acquistato la prima casa vi è il Fondo di solidarietà per i mutui. Istituito presso il MEF, permette, a quanti abbiano sottoscritto un mutuo fino a 250.000 per acquistare la prima casa, di poter beneficiare di una sospensione per 18 mesi del pagamento delle rate mensile. È possibile accedere alla misura nel momento in cui l’intestatario del mutuo e la sua famiglia stiano attraversando dei momenti di temporanea difficoltà economica.

Questo fondo sostiene il 50% degli interessi del mutuo, che maturano nel periodo in cui è concessa la sospensione. Il Fondo è stato nuovamente rifinanziato e il legislatore ha introdotto una particolare disciplina emergenziale, attraverso la quale è stata estesa la platea dei potenziali beneficiari. Originariamente la disciplina era stata prevista per nove mesi, era stata poi estesa a tutto il 2021. Successivamente era stata prorogata al 31 dicembre 20212 adesso, con la nuova Legge di Bilancio, è stata estesa a tutto il 2023.

Nel corso del nuovo anno potranno accede al Fondo anche i liberi professionisti, i lavoratori autonomi, gli imprenditori individuali e i piccoli imprenditori, laddove riescano a dimostrare la presenza di un calo di fatturato.

Bonus prima casa under 36

Esteso a tutto il 2023 anche il bonus prima casa riservato ai giovani con meno di 36 anni. La misura permette di accedere anche al fondo di garanzia della Consap, che permette di ottenere dei mutui a tassi agevolati. Il bonus prima casa è riservato a quanti abbiano intenzione di acquistare la prima casa. A prevederlo è l’articolo 18 della bozza della Legge di Bilancio 2023. Possono accedere alla misura i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere meno di 36 anni;
  • essere in possesso di un Isee inferiore a 40.000 euro;
  • acquistare un’abitazione tra il 26 maggio 2021 ed il 31 dicembre 2023.

Le agevolazioni previste da questa misura sono:

  • nel caso in cui si stia acquistando un immobile da un soggetto non Iva, non si devono pagare l’imposta di registro, ipotecaria e catastale;
  • quando si acquista da un soggetto Iva, il bonus prima casa riconosce un credito d’imposta pari all’imposta che è stata pagata per l’acquisto. Questo credito può essere utilizzato a sottrazione per le imposte dovute sugli atti, denunce e dichiarazione dei redditi che devono essere saldati successivamente alla data di acquisto. Per poter accedere alla compensazione, è necessario effettuare i pagamenti con un modello F24.

Il bonus prima casa under 36 è valido anche per i finanziamenti, che sono collegati direttamente all’acquisto dell’immobile. Non è necessario, infatti, con questa misura pagare l’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative.