Pandemia COVID-19, fonte: 'in Ue non ci saranno dosi sufficienti vaccini per tutti prima di fine 2021'

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

28 ottobre 2020 - 12:37

MILANO (Finanza.com)

"Non ci saranno dosi sufficienti di vaccini anti COVID-19 per l'intera popolazione (dell'Unione europea) prima della fine del 2021". E' quanto ha detto un funzionario della Commissione europea, stando a quanto riporta il canale televisivo della Cnbc. Da segnalare che la popolazione dell'Ue conta 450 milioni di persone.

La notizia desta scalpore, soprattutto alla luce del fatto che finora l'Ue si è assicurata più di 1 miliardo di dosi di potenziali vaccini da tre colossi farmaceutici.

Bruxelles sta negoziando anche l'acquisto di un miliardo ulteriore di vaccini con altre aziende. Secondo quanto riporta la Cnbc, un secondo funzionario europeo ha confermato la dichiarazione del primo, che sarebbe stata rilasciata in occasione di un meeting avvenuto a porte chiuse.

Nessun commento ufficiale è stato invece ancora diramato da un portavoce della Commissione europea. La Commissione aveva detto all'inizio del mese che un vaccino efficace contro la pandemia non era ancora disponibile, ma che le prime dosi avrebbero potuto rendersi disponibili all'inizio del 2021.





Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967