News Notiziario Notizie Italia Webuild: Accordo per l’acquisizione di alcuni asset della società australiana Clough

Webuild: Accordo per l’acquisizione di alcuni asset della società australiana Clough

Webuild ha raggiunto un’intesa con gli administrators di Clough per l’acquisto di asset aziendali comprensivi dell’organizzazione australiana e di selezionati progetti.

Ricordiamo che Webuild aveva sottoscritto con la società sudafricana Murray& Roberts un contratto di compravendita per l’acquisto dell’intero capitale di Clough, subordinatamente all’avveramento di determinate condizioni sospensive. Tuttavia, tali condizioni non si sono materializzate e il contratto è stato risolto consensualmente. Clough, la cui continuità era legata ad un intervento di capitalizzazione esterna, ha quindi fatto ricorso ad una procedura para-concorsuale australiana (cd. voluntary administration).

In questo contesto, Webuild, essendo rimaste invariate le ragioni strategiche che avevano portato all’accordo con Murray& Roberts, ha aperto un immediato dialogo con gli administrators di Clough che ha portato al raggiungimento di un’intesa che prevede l’acquisto di un perimetro selezionato, di interesse industriale per Webuild, che include le persone, i brand, le qualifiche, l’organizzazione australiana e alcuni specifici progetti.

L’accordo prevede inoltre la possibilità di espandere il perimetro ad ulteriori progetti, in presenza di determinate condizioni che garantiscono la creazione di valore aggiunto per il Gruppo, coerentemente con i propri obiettivi di disciplina finanziaria, con un ulteriore corrispettivo dovuto in caso di esercizio di tale opzione. Infine, è stato concesso a favore di Webuild un periodo di esclusiva sino al 21 dicembre 2022 per definire e concordare il contratto relativo alle intese raggiunte.

L’operazione, oltre a rilevare le quote di minoranza dei progetti in Australia svolti in partnership con Clough, permetterà a Webuild di rafforzare la struttura organizzativa, ingegneristica e la forza lavoro in Australia, funzionali all’esecuzione dei grandi lavori in portafoglio e del piano commerciale.

L’Australia è il secondo più grande mercato di riferimento per Webuild dopo l’Italia, con €8,9 miliardi di portafoglio ordini, inclusi progetti per i quali Webuild è risultato preferred bidder, e con oltre 1.800 occupati. Si stima che il mercato delle costruzioni in Australia rappresenti un’opportunità per oltre €300 miliardi nel periodo 2022-2025.