News Finanza Notizie Italia Piazza Affari vola con Banco BPM (+8%) e Buzzi sugli scudi dopo i conti

Piazza Affari vola con Banco BPM (+8%) e Buzzi sugli scudi dopo i conti

Giro di boa settimanale con mercati rialzisti in attesa del dato clou della settimana, quello sull’inflazione Usa, in arrivo domani. A Milano l’indice Ftse Mib segna in chiusura +2,72% a quota 27.128 punti. I timori sull’inflazione e sulle politiche monetarie più restrittive sono passati in secondo piano e a Piazza Affari in particolare si guarda anche alla stagione degli utili che detta il ritmo in questi giorni.

Tra le banche ha diffuso i conti Banco Bpm che oggi ha segnato un balzo dell’8% a 3,23 euro. Il 2021 è stato chiuso con un utile netto rettificato, ovvero al netto delle poste non ricorrenti, in crescita a 710 milioni di euro contro i 330 milioni nel 2020. Numeri andati oltre le attese. Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 19 centesimi per azione con un payout del 50%, superiore rispetto agli obiettivi previsti dal piano strategico, e un dividend yield del 6,8%.

Bene anche Mediobanca (+2,12%) che ha archiviato il secondo trimestre dell’esercizio 2021-2022 con un utile netto di 264 mln (+1% t/t), sopra le stime di consensus che erano ferme a 216 mln.

Tra le big si segnala la seduta decisamente positiva di Stellantis (+4,06%) e anche di Enel, salita del 2,31% circa, in recupero dopo la debolezza di inizio settimana che aveva ricacciato il ttolo sui minimi da maggio 2020. Tra i migliori del Ftse Mib, grazie a un rialzo di circa 3 punti percentuali, figura oggi Nexi (+4,77%) in scia all’avanzata dell’olandese Adyen sulla Borsa di Amsterdam in scia ai conti. La società di pagamenti olandese ha riportato nel secondo trimestre del 2021 volumi in crescita del 72% e sopra le attese.

Fitti acquisti oggi anche su Buzzi Unicem (+6,11% a 19,8 euro). Nel pomeriggio la big italiana del cemento ha annunciato i risultati preliminari per il 2021 che hanno visto il fatturato consolidato passare da 3.222,4 a 3.445,6 milioni di euro (+6,9% a/a). Le vendite di cemento del gruppo hanno raggiunto i 31,2 milioni di tonnellate, in crescita del 6,7% rispetto all’esercizio 2020. Buzzi ha comunicato l’avvio di un programma acquisto azioni proprie, in esecuzione dell’autorizzazione dell’assemblea degli azionisti del 7 maggio 2021. La società potrà acquistare un massimo di 7 milioni di azioni ordinarie per un controvalore massimo complessivo di 150 milioni.

Focus infine su Leonardo (+1,38%) che ha fatto sapere di avere interrotto il processo di selezione del partner per il business di automazione, non potendo oggi individuare un soggetto in grado di assicurare un solido sviluppo futuro al polo genovese.