News Finanza Personale Lavoro Inclusività: il 60% delle imprese si è occupata di Diversity Management negli ultimi due anni

Inclusività: il 60% delle imprese si è occupata di Diversity Management negli ultimi due anni

Il 60,2% delle aziende italiane dichiara di essersi occupato di diversity management negli ultimi 2 anni, mentre il 22,7%, invece, non lo ha ancora fatto, ma lo farà nel prossimo futuro, mentre soltanto il 17% non lo farà. Così emerge da un’indagine condotta da PageGroup, società di recruiting che opera in Italia con i brand Page Executive, Michael Page e Page Personnel, per analizzare come viene percepito il tema della Diversity all’interno delle aziende italiane e cosa i manager intendono quando si parla di inclusione.

Nel dettaglio sono state coinvolte più di 100 imprese che operano in diversi settori, un campione costituito prevalentemente da manager di realtà che hanno tra 100 e 499 dipendenti (29,5%).

Le ragioni per le quali non è presente alcun focus sulla diversity sono molteplici, ma potremmo riassumerle in due macro-aree: valore aggiunto ancora non percepito (53,3%) e mancanza di risorse per approcciare il tema (26,6%). Per quanto riguarda il ruolo dei manager coinvolti in questi processi, dalla survey emerge che il 61,4% dei Responsabili della Diversity opera in ambito HR e che il 22,7% è di livello senior. Per le aziende intervistate, inclusione significa prevalentemente (65,9%) creare un ambiente di lavoro libero da molestie, intimidazioni e discriminazioni. Grande rilevanza assume, inoltre, il rispetto che deve essere garantito a tutti i dipendenti (58,5%).

Quasi metà delle aziende intervistate (48,8%) ritiene, infine, che l’inclusione debba passare da un ambiente di lavoro in cui si valorizzino diverse prospettive. Per quanto riguarda il focus delle attività di Diversity Management, quasi la totalità delle aziende (88,6%) pone attenzione all’equilibrio di genere. Le aziende intervistate si concentrano inoltre sull’integrazione di dipendenti con disabilità (63,6%) e più della metà dei manager coinvolti (52,3%) concentra le proprie politiche in tema di Diversity sul creare il miglior ambiente di lavoro possibile per persone di diverse età.