News Finanza Dati Macroeconomici Francia: inizio trimestre negativo per l’industria

Francia: inizio trimestre negativo per l’industria

In Francia la produzione industriale è calata bruscamente a luglio e rimane del 6% al di sotto del livello pre-pandemia. Solo le costruzioni hanno aumentato la produzione dello 0,5% nel mese. Su un anno, la produzione industriale è scesa dell’1%. Si tratta quindi di un inizio di terzo trimestre difficile per il settore industriale francese, che sta chiaramente risentendo dell’interruzione delle catene di approvvigionamento a causa della guerra in Ucraina, delle chiusure in Cina e dell’aumento dei prezzi dell’energia come affermano da ING.

In prospettiva, la contrazione del portafoglio ordini da febbraio, l’elevato livello delle scorte di prodotti finiti, l’elevata incertezza, i prezzi elevati dell’energia e delle materie prime e le potenziali interruzioni delle forniture energetiche non lasciano presagire un miglioramento delle prospettive per il settore industriale francese. In effetti, l’indicatore del clima imprenditoriale del settore è sceso ulteriormente ad agosto. È quindi probabile che l’industria dia un contributo negativo alla crescita economica francese nel terzo trimestre.