News Finanza Notizie Italia Descalzi (ENI): oltre 14 trilioni di piedi cubi di risorse addizionali di gas nel breve e medio termine

Descalzi (ENI): oltre 14 trilioni di piedi cubi di risorse addizionali di gas nel breve e medio termine

“La guerra in Ucraina ci sta costringendo a vedere il mondo in modo diverso da come lo conoscevamo. Si tratta di una tragedia umanitaria, che ha generato nuove minacce alla sicurezza energetica e alla quale dobbiamo fare fronte senza abbandonare le nostre ambizioni per una transizione energetica equa”. Così si è espresso Claudio Descalzi, amministratore Delegato di Eni, nel giorno della presentazione del piano 2022-2025.

“La nostra strategia ci ha consentito di essere pronti ad affrontare questa sfida – aggiunge Desclazi – . La nostra risposta immediata alla crisi attuale è stata quella di ricorrere alle nostre alleanze consolidate con i Paesi produttori per reperire fonti sostitutive di energia da destinare alle necessità europee. Siamo in grado di rendere disponibili sul mercato oltre 14 TCF (trillion cubic feet) di risorse addizionali di gas nel breve e medio termine. Queste azioni affiancano il nostro impegno nello sviluppo di nuovi prodotti e servizi decarbonizzati, che ci consentono di garantire la sicurezza energetica e la riduzione delle emissioni, proponendo ai nostri clienti un’ampia offerta di prodotti e servizi energetici decarbonizzati”. ENI ha accelerato il percorso verso le zero emissioni nette, con l’obiettivo di un taglio del 35% delle emissioni scope 1, 2 e 3 entro il 2030, e dell’80% entro il 2040 rispetto al 2018.