Emergenti: il 2020 si profila un anno più robusto, secondo la view di Pictet AM

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

7 gennaio 2020 - 17:01

MILANO (Finanza.com)

 


Si profila un anno robusto per gli emergenti. Lo sostiene Anjeza Kadilli, economista di Pictet Asset Management, spiegando che “dopo una performance poco brillante nel 2019, ci aspettiamo che il 2020 metta a segno un cambio di passo per la crescita del Pil nella maggior parte dei mercati emergenti".



Nella pubblicazione "Monitor dei mercati emergenti: previsioni per il 2020", Kadilli entra più nel dettaglio, indicando i Paesi che, secondo la sua analisi, potrebbero fare meglio. "Riteniamo che la Turchia registrerà il rimbalzo della crescita maggiore, dopo 18 mesi difficili - spiega -. Al secondo posto l'Argentina, in cui prevediamo ancora una crescita del Pil negativa, ma di portata molto inferiore rispetto al 2019. Ovviamente, entrambi questi mercati rimangono in condizioni economiche difficili, ma nel complesso il quadro per i Paesi emergenti è migliore, a sostegno della nostra visione rialzista".


L'economista di Pictet Asset Management prevede che "tutti i mercati emergenti, tranne l'Argentina, riporteranno una crescita del Pil reale positiva nel 2020" e "l'Asia rimarrà il motore della crescita per i mercati emergenti". Sul fronte asiatico, "con un'analisi più approfondita a livello regionale, riteniamo che l'Asia (Giappone escluso) rimarrà il motore della crescita dei mercati emergenti, nonostante il rallentamento della crescita cinese. L'America Latina e l'area Emea, dal canto loro, stanno prendendo quota, ma per loro si prevede ancora una crescita del Pil pari a circa la metà rispetto a quella dell'Asia".


Un ulteriore fattore positivo per i mercati emergenti nel 2020 è dato dal contesto di inflazione relativamente favorevole, ad eccezione dei valori anomali di Argentina e Turchia (nella prima l'inflazione dovrebbe essere prossima al 50% nel prossimo anno).


Le esportazioni dei mercati emergenti si sposteranno verso la Cina? Questo l'interrogativo che si pone Anjeza Kadilli nei 'pensieri conclusivi' che invita a osservare le percentuali di esportazione dei mercati emergenti verso le due principali economie mondiali: Stati Uniti e Cina. "Le tensioni commerciali tra questi due Paesi porteranno a un superamento o a un restringimento del divario nel 2020? A nostro parere, si verificherà un restringimento e la Cina diventerà una fonte di esportazioni sempre più importante per i mercati emergenti", conclude.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Gestori

Aberdeen Asset ManagementAcomeAAgoraAllianz Global Investor
AlpiAmundi GroupAnimaArca
Aviva Investors Global ServicesAxaBanca del CeresioBanca Esperia
Banca Finnat EuramericaBanca Pop Emilia RomagnaBanca ProfiloBlackRock
BNY Mellon Asset ManagementCandriamConsultinvestCredit Suisse
Credito EmilianoDeutsche Asset ManagementErselFidelity International
Finanziaria internazionaleFondacoFranklin Templeton InvestmentsGesti-re
Groupama Asset ManagementGruppo AzimutGruppo Banca CarigeGruppo Banca Sella
Gruppo bancario Veneto BancaGruppo Banco PopolareGruppo BNP ParibasGruppo Credito Valtellinese
Gruppo GeneraliGruppo MediolanumGruppo MontepaschiGruppo Ubi Banca
Gruppo UnicreditHedge InvestIccreaIng Investment Management
Intesa SanPaoloInvescoJanus Capital GroupJP Morgan Asset Management
Kairos PartnersKempen Capital ManagementLa Francaise AMLemanik Asset Management
M&G InvestmentsMorgan StanleyNextam PartnersNN Investment Partners
NordeaPensplan InvestPictet Asset ManagementPoste Italiane
Raiffeisen Capital ManagementSchrodersSkandiaSociete Generale Sa
SoprarnoState Street Global AdvisorsTages Capital GroupTendercapital Funds
Threadneedle InvestmentsUbsUnipolVegagest
Vontobel Asset ManagementZenit (Pfm)

Associazioni

AbiAcepiAipb
AnasfApfAscosim
Assiom ForexAssogestioniAssoreti
Efpa Nafop

Reti

Allianz BankAzimutBanca Fideuram
Banca GeneraliBanca Popolare MilanoBca Popolare di Vicenza
Bnl-gruppo BNPClarisNetCredito Emiliano
Finanza & FuturoFinecoMediolanum
Ubi BancaWidiba

F Risparmio & Investimenti

Eventi finanza


www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967