Threadneedle (Lux) Multi Asset Income Fund: cedola e diversificazione al tempo della volatilità

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Alessandro Piu

16 novembre 2015 - 15:57

MILANO (Finanza.com)


Maya Bhandari responsabile del team multi asset di Columbia Threadneedle Investments ha spiegato a Finanza.com quali sono e come nascono le idee di investimento del fondo Threadneedle (Lux) Multi Asset Income. 




Anche la diversificazione deve imparare a diversificarsi. Non è uno scioglilingua ma una necessità che i mercati finanziari oggi impongono a investitori e gestori. Non è più sufficiente replicare un indice per diminuire il rischio, ne allocare il proprio capitale su differenti settori, asset class o aree geografiche. Le occasioni di investimento vanno piuttosto cercate all’interno di ciascuna di queste aree, si tratti di individuare una singola azione, un’obbligazione o una materia prima per comporre un portafoglio. Questo mutamento radicale dei mercati ha decretato il successo dei fondi di investimento multi-asset che permettono al gestore grande libertà di movimento senza dover sottostare ai dettami di un benchmark di riferimento.



Il giusto bilanciamento tra azioni, obbligazioni e opzioni call

Maya Bhandari è responsabile del team multi-asset di Columbia Threadneedle Investments e investment specialist del fondo Threadneedle (Lux) Global Multi Asset Income Fund. "È un fondo unconstrained che si propone di offrire all’investitore un obiettivo cedolare del 5% annuo a distribuzione trimestrale. Per raggiungere il rendimento indicato il fondo può investire in misura variabile tra il 40% e il 60% in azioni con dividendo di qualità o in obbligazioni europee ad alto rendimento. Una parte del portafoglio, pari al massimo al 25% della componente azionaria, viene invece dedicata alla vendita di opzioni call. Queste ultime non hanno solo un compito di copertura nelle fasi negative del mercato ma ci permettono di incassare il premio. Di conseguenza riduce l’esposizione al mercato e aumenta la liquidità che può essere distribuita come cedola. Per questa ragione il fondo si comporta meglio nelle fasi di mercato avverse”.



La volatilità continuerà a farci compagnia

Un test probante è stata la turbolenza estiva sui mercati finanziari. Come si è comportato il Threadneedle (Lux) Global Multi Asset Income Fund? "In agosto – riprende Bhandari - sono emersi contemporaneamente tre elementi. Non si tratta di fattori nuovi ma finora non avevano congiurato insieme. La crescita dell’economia americana e l’avvicinamento della Federal Reserve al primo rialzo dei tassi di interesse, la debolezza del petrolio a causa di uno shock dal lato dell’offerta e il ribilanciamento dell’economia cinese. Il tutto ha trovato sintesi in agosto grazie alla svalutazione dello yuan operata dalla People’s Bank of China. Tuttavia, come ho già spiegato, non si tratta di fattori sconosciuti e nuovi, tanto che l’asset allocation del fondo era già stata modificata nei primi mesi dell’anno. Per esempio a novembre 2014 avevamo un’esposizione all’azionario globale pari al 50%, adesso è sensibilmente più bassa”.  Peraltro i tre fattori indicati non toglieranno il disturbo tanto presto: "Sono destinati a rimanere e come conseguenza rimarrà anche la volatilità, rendendo imprescindibile la necessità di un’allocazione dinamica dell’investimento”.



I mercati vengono studiati passo dopo passo

Dinamicità che il team multi-asset di Columbia Threadneedle persegue grazie a una fitta rete di riunioni e confronti. "In un mese teniamo numerose riunioni – spiega la responsabile del team – come quelle di ricerca economica nelle quali tracciamo lo scenario generale dei mercati cercando di anticipare come e dove si muoveranno la crescita, l’inflazione, gli utili, i tassi di interesse e così via”. Il focus si restringe poi nei Reserach evaluation group "che hanno l’obiettivo di capire che cosa ci sia nei prezzi delle varie asset class. Abbiamo poi dei Sector & thematic meeting in cui si cerca di individuare i principali temi di mercato dei prossimi anni. Tutti ciò che viene raccolto nei differenti gruppi di ricerca confluisce poi nell’Asset allocation group settimanale dove identifichiamo in che regime di investimento ci troviamo, quali asset ci piacciono e quali non, quali sono le differenze tra le nostre posizioni e quelle del consensus, che livelli di tolleranza al rischio vogliamo avere. Tutte le scelte verranno poi implementate nei differenti fondi di investimento a seconda del mandato del portafoglio”.



Positivi su azionario Europa e Giappone

Considerato che i fattori che hanno causato la turbolenza sui mercati questa estate non se ne andranno via tanto presto e che la volatilità rimarrà regina sui mercati azionari, il fondo Threadneedle (Lux) Global Multi Asset Income  indirizza le sue preferenze all’azionario europeo ex-Regno Unito, all’azionario Regno Unito e a quello giapponese. "Non siamo invece altrettanto positivi sugli Stati Uniti – riprende Maya Bhandari – anche se la quota destinata all’azionario nord americano è superiore al 20%”. Un’apparente contraddizione spiegata dal fatto che il fondo ha tra i suoi obiettivi quello di distribuire una cedola di almeno il 5% all’anno: "Negli Stati Uniti troviamo le azioni che hanno più qualità tra quelle che distribuiscono dividendi. Per contro, anche se siamo positivi sul Giappone, la quota nel fondo è di poco superiore al 2% proprio perché le società giapponesi restituiscono poco income. Per quanto riguarda il credito – conclude Bhandari - non siamo positivi sulle obbligazioni governativi mentre ci piacciono i bond europei ad alto rendimento”.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Gestori

Aberdeen Asset ManagementAcomeAAgoraAllianz Global Investor
AlpiAmundi GroupAnimaArca
Aviva Investors Global ServicesAxaBanca del CeresioBanca Esperia
Banca Finnat EuramericaBanca Pop Emilia RomagnaBanca ProfiloBlackRock
BNY Mellon Asset ManagementCandriamConsultinvestCredit Suisse
Credito EmilianoDeutsche Asset ManagementErselFidelity International
Finanziaria internazionaleFondacoFranklin Templeton InvestmentsGesti-re
Groupama Asset ManagementGruppo AzimutGruppo Banca CarigeGruppo Banca Sella
Gruppo bancario Veneto BancaGruppo Banco PopolareGruppo BNP ParibasGruppo Credito Valtellinese
Gruppo GeneraliGruppo MediolanumGruppo MontepaschiGruppo Ubi Banca
Gruppo UnicreditHedge InvestIccreaIng Investment Management
Intesa SanPaoloInvescoJanus Capital GroupJP Morgan Asset Management
Kairos PartnersKempen Capital ManagementLa Francaise AMLemanik Asset Management
M&G InvestmentsMorgan StanleyNextam PartnersNN Investment Partners
NordeaPensplan InvestPictet Asset ManagementPoste Italiane
Raiffeisen Capital ManagementSchrodersSkandiaSociete Generale Sa
SoprarnoState Street Global AdvisorsTages Capital GroupTendercapital Funds
Threadneedle InvestmentsUbsUnipolVegagest
Vontobel Asset ManagementZenit (Pfm)

Associazioni

AbiAcepiAipb
AnasfApfAscosim
Assiom ForexAssogestioniAssoreti
Efpa Nafop

Reti

Allianz BankAzimutBanca Fideuram
Banca GeneraliBanca Popolare MilanoBca Popolare di Vicenza
Bnl-gruppo BNPClarisNetCredito Emiliano
Finanza & FuturoFinecoMediolanum
Ubi BancaWidiba

F Risparmio & Investimenti

Eventi finanza


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]