Equita annuncia secondo investimento del fondo chiuso di private debt Equita Private Debt Fund

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Riccardo Designori

12 dicembre 2016 - 16:36

MILANO (Finanza.com)

Equita SIM, banca d’affari indipendente attiva da più di 40 anni, annuncia il secondo investimento del suo fondo di private debt gestito in collaborazione con Lemanik Asset Management, l’Equita Private Debt Fund. Il fondo ha interamente sottoscritto un’emissione obbligazionaria per complessivi 9,8 milioni di euro, emessa dalla società BV Tech S.p.A., holding operativa dell’omonimo gruppo italiano attivo nel settore dell’Information and Communication Technology.


BV Tech è uno dei principali attori del mercato italiano dell’ICT; il Gruppo, fondato nel 2004 dall’imprenditore Raffaele Boccardo, ha realizzato nel 2015 un fatturato consolidato di circa 53 milioni di euro, raggiungendo una posizione di leadership in segmenti di mercato caratterizzati da elevata specializzazione e prospettive di crescita significative.


Il gruppo è attivo nella progettazione, realizzazione e manutenzione di sistemi IT complessi, con particolare focalizzazione nei settori della Difesa e Spazio, Telecomunicazioni e Media, e Sanità e Pubblica Amministrazione.
In particolare, BV Tech offre servizi di consulenza strategica, supportando aziende ed istituzioni pubbliche nello sviluppo dei propri sistemi informativi e nella realizzazione di architetture informatiche complesse e applicativi software «chiavi in mano».


Tra i suoi clienti annovera alcuni dei principali gruppi industriali italiani, primarie istituzioni bancarie e varie entità della pubblica amministrazione centrale e locale italiana. Particolarmente focalizzato sui temi della cyber security, il gruppo è tra i partner fondatori di (IC), il think-tank creato in seno all’MIT di Boston (USA) per sviluppare tecnologie in materia di sicurezza informatica.


Il prestito obbligazionario sottoscritto dal fondo è inteso a supportare BV Tech nel suo continuo percorso di crescita, fornendo i capitali a medio termine finalizzati sia a sostenere le spese di ricerca e sviluppo, essenziali per il mantenimento della leadership tecnologica in Italia e all’estero, che a consentirne la crescita per linee esterne, elemento che ha caratterizzato con successo la strategia del gruppo sin dalla sua fondazione.


L’investimento in BV Tech conferma appieno la strategia del fondo, dedicato ad investimenti in obbligazioni emesse da aziende italiane di medie dimensioni, caratterizzate da forte posizionamento competitivo, vocazione all’export e stabile generazione di cassa.


«L’investimento in BV Tech – commenta Paolo Pendenza, gestore del Fondo – riconferma la nostra volontà di sostenere finanziariamente aziende italiane leader nei propri settori di competenza e caratterizzate da solido merito creditizio, in virtù di stabili ricavi, ottima generazione di cassa e leva finanziaria contenuta. Il nostro intervento testimonia la complementarietà del private debt rispetto al canale bancario e dimostra la capacità di Equita di articolare strumenti di finanziamento che favoriscano lo sviluppo delle aziende e siano al tempo stesso un investimento appetibile per i sottoscrittori del fondo».


«Siamo molto soddisfatti di quest’operazione - dice Alessandro Profumo, Presidente di Equita-. BV Tech, dopo Lameplast, riconferma la vocazione di Equita ad accompagnare le medie aziende italiane nel loro percorso di crescita con una molteplicità di strumenti».


«Aspiriamo a divenire, nel settore delle tecnologie e soluzioni informatiche, di telecomunicazioni e sicurezza delle informazioni, un vero e proprio “campione internazionale” a guida totalmente italiana – commenta l’Ing. Raffaele Boccardo, principale azionista, Presidente ed Amministratore Delegato di BV Tech. I nostri investimenti, mirati ad accrescere la nostra competitività e presenza sui mercati internazionali, richiedono strumenti finanziari semplici, flessibili ed altamente affidabili. Consideriamo la formula e la struttura degli accordi siglati con Equita particolarmente indicati per sostenere il nostro percorso di crescita in Italia e all’estero».

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Gestori

Aberdeen Asset ManagementAcomeAAgoraAllianz Global Investor
AlpiAmundi GroupAnimaArca
Aviva Investors Global ServicesAxaBanca del CeresioBanca Esperia
Banca Finnat EuramericaBanca Pop Emilia RomagnaBanca ProfiloBlackRock
BNY Mellon Asset ManagementCandriamConsultinvestCredit Suisse
Credito EmilianoDeutsche Asset ManagementErselFidelity International
Finanziaria internazionaleFondacoFranklin Templeton InvestmentsGesti-re
Groupama Asset ManagementGruppo AzimutGruppo Banca CarigeGruppo Banca Sella
Gruppo bancario Veneto BancaGruppo Banco PopolareGruppo BNP ParibasGruppo Credito Valtellinese
Gruppo GeneraliGruppo MediolanumGruppo MontepaschiGruppo Ubi Banca
Gruppo UnicreditHedge InvestIccreaIng Investment Management
Intesa SanPaoloInvescoJanus Capital GroupJP Morgan Asset Management
Kairos PartnersKempen Capital ManagementLa Francaise AMLemanik Asset Management
M&G InvestmentsMorgan StanleyNextam PartnersNN Investment Partners
NordeaPensplan InvestPictet Asset ManagementPoste Italiane
Raiffeisen Capital ManagementSchrodersSkandiaSociete Generale Sa
SoprarnoState Street Global AdvisorsTages Capital GroupTendercapital Funds
Threadneedle InvestmentsUbsUnipolVegagest
Vontobel Asset ManagementZenit (Pfm)

Associazioni

AbiAcepiAipb
AnasfApfAscosim
Assiom ForexAssogestioniAssoreti
Efpa Nafop

Reti

Allianz BankAzimutBanca Fideuram
Banca GeneraliBanca Popolare MilanoBca Popolare di Vicenza
Bnl-gruppo BNPClarisNetCredito Emiliano
Finanza & FuturoFinecoMediolanum
Ubi BancaWidiba

F Risparmio & Investimenti

Eventi finanza


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: info@browneditore.it