Schroders consiglia di evitare (al momento) oro e “tendenza bitcoin”: ecco perchè

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Redazione Finanza

9 aprile 2021 - 12:03

MILANO (Finanza.com)

"Un’area che eviterei al momento è quella dell’oro. Anche se tradizionalmente considerato uno strumento per proteggersi dall’inflazione, non credo che quella che stiamo vedendo ora sia il ‘giusto tipo’ di inflazione, dato che l’oro tende a performare meno bene in queste prime fasi del ciclo inflazionistico". È di questo parere Johanna Kyrklund, chief investment officer e global head of multi-asset investment di Schroders. "Un altro tema che eviterei è forse quello dell’ultima tendenza, i bitcoin. Non li considero un investimento, ma una pura speculazione. La mia opinione sarà forse considerata poco alla moda da alcuni, ma se la diversificazione, la pazienza e la prudenza stanno tornando di moda, allora forse è meglio essere noiosi", afferma Kyrklund.


Tre aree da seguire con il rialzo dei rendimenti
Johanna Kyrklund dichiara finito il mercato “FOMO” (ovvero l'acronimo per l'espressione inglese fear of missing out, letteralmente: "paura di essere tagliati fuori"). Secondo l'esperta oggi il set di opportunità è più ampio e il contesto di investimento più ‘normale’. Quindi ecco le aree che l’eserta ha deciso di monitorare al momento, di seguito sintetizzate:


• Azionario giapponese. Quando i rendimenti dei Treasury crescono, il mercato giapponese generalmente performa bene. Ciò perché quando i rendimenti salgono, il dollaro tende a rafforzarsi rispetto allo yen. Il Giappone è un’economia orientata alle esportazioni, quindi uno yen meno caro rende i beni giapponesi più attraenti. Un’altra parte importante dell’economia giapponese è il settore industriale, che dovrebbe avere buone performance, con la ripresa economica globale.


• Value. Investire con approccio ‘value’ significa comprare aziende di alta qualità che vengono scambiate su livelli inferiori rispetto al loro valore. Quando il discount rate sale, sale anche l’attrattività degli utili reali odierni (e non di quelli immaginari in futuro). Questo è il proverbiale ‘uovo oggi’.


• Regno Unito. Come i titoli value, il mercato azionario britannico è un’area che è stata molto poco amata e battuta per un certo periodo di tempo. Con l’incertezza legata a Brexit e al Covid, il mercato ha sottoperformato notevolmente rispetto ai suoi peer negli ultimi anni, e ora c’è il potenziale per una ripresa. 

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Gestori

Associazioni

AbiAcepiAipb
AnasfApfAscosim
Assiom ForexAssogestioniAssoreti
Efpa Nafop

Reti

Allianz BankAzimutBanca Fideuram
Banca GeneraliBanca Popolare MilanoBca Popolare di Vicenza
Bnl-gruppo BNPClarisNetCredito Emiliano
Finanza & FuturoFinecoMediolanum
Ubi BancaWidiba

F Risparmio & Investimenti

Eventi finanza


Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967