Mercati e vaccini: una coppia da tenere sotto osservazione nel 2021

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Redazione Finanza

15 gennaio 2021 - 09:57

MILANO (Finanza.com)

 


L’andamento dei mercati rifletterà il successo delle vaccinazioni. È di questo parere Jeroen Blokland, responsabile del team Multi-Asset di Robeco, che approfondisce uno dei temi caldi fuori e dentro i mercati in questo avvio di 2021. "Molti Paesi hanno iniziato a vaccinare le loro popolazioni a dicembre dopo l’approvazione del vaccino Pfizer/BioNTech. Altri vaccini iniziano ora ad essere diffusi in tutto il mondo in seguito all’imposizione di nuovi lockdown mirati ad arginare un’ondata crescente di contagi scaturita dalle vacanze di Natale. Il successo dei programmi vaccinali dei singoli Paesi, ritenuti la via d’uscita dalle misure di contenimento e dai danni economici che hanno provocato, può riflettersi nell’andamento dei mercati azionari nazionali", sottolinea Blokland rimarcando che nel corso del 2020, gli investitori azionari di tutto il mondo hanno monitorato attentamente l’evoluzione dei nuovi contagi da Covid-19 nei diversi Paesi, e ciò ha influito sui mutamenti del sentiment negli stessi mercati azionari nazionali. "A nostro avviso, gli investitori continueranno a farlo anche quest’anno e, come barometro degli umori dei mercati azionari nel 2021, si aggiungeranno anche i tassi di vaccinazione", aggiunge l'esperto.


Nella sua analisi l'esperto di Robeco ricorda tuttavia l'entusiasmo per le prime vaccinazioni è stato stemperato da una forte impennata dei contagi, che in qualche caso si è rivelata peggiore rispetto alla prima ondata di marzo 2020. "Il 2021 è appena iniziato, eppure la prospettiva di un pieno ritorno alla normalità entro l’autunno sembra già svanire all’orizzonte, a meno che i governi di tutto il mondo non potenzino rapidamente l’impegno della salute pubblica per vaccinare le rispettive popolazioni", aggiunge soffermandosi poi su  un aspetto che definisce particolarmente deludente di questa prospettiva: ovvero si è assistito a uno sforzo di cooperazione ‘sovrumano’ da parte dei ricercatori e delle case farmaceutiche per produrre non uno, ma diversi vaccini efficaci e sicuri in quantità sufficienti per iniziare ad affrontare la sfida di questa pandemia in tempi record. Ciononostante, i tassi iniziali di vaccinazione in quasi tutti i Paesi in cui i vaccini sono stati approvati appaiono molto modesti, a suggerire che un ritorno alla normalità entro la fine dell’estate sembra già altamente improbabile. C’è poi la questione dell’emergere di ceppi più nuovi o più forti che potrebbero vanificare l’efficacia dei vaccini. Questo comporta, spiegano da Robeco, che, anche dopo che l’attuale pandemia sarà passata, non verrà meno la necessità di continuare a monitorare questo virus né probabilmente quella di produrre versioni aggiornate dei vaccini.


Un approccio prudente: meglio un posizionamento più neutrale nei portafogli multi-asset


"Per gli investitori ciò significa adottare un approccio molto più prudente fino a quando non sarà fatta maggiore chiarezza e per questo motivo abbiamo ridotto notevolmente il rischio da quando l’ultima ondata si è palesata in tutta la sua gravità. Avendo ottenuto maggiori informazioni sulle enormi difficoltà che il mondo ha dovuto affrontare nel raggiungere l’immunità di gregge nelle ultime settimane, a fine 2020 abbiamo ridotto l’esposizione complessiva al rischio nei portafogli", affermano da Robeco. Con i mercati azionari e delle obbligazioni societarie che già prevedevano un miglioramento congiunturale, portandosi nel frattempo su nuovi massimi storici, le chance di una temporanea battuta d’arresto sono aumentate. Di conseguenza, abbiamo anche ridotto la ponderazione di queste asset class a neutrale.


Tuttavia, aggiungono, permane la prospettiva di un domani più roseo sulla scia di una futura ripresa degli utili societari, favorita dai continui programmi di stimolo attuati a fronte dei persistenti lockdown. "Queste misure permetteranno all’economia globale di rimettersi sulla strada della ripresa e, in questo scenario, nel 2021 gli utili societari dovrebbero aumentare di almeno il 20% - mette in evidenza Jeroen Blokland -. Dal momento che le valutazioni azionarie sono attualmente elevate in termini assoluti - ma interessanti rispetto a quelle di altre asset class - la crescita degli utili sarà il principale motore delle performance azionarie, spingendo i mercati al rialzo". Blokland conclude il suo intervento con un invito alla prudenza perchè - spiega - i recenti sviluppi relativi al virus e alle campagne vaccinali impediscono di vedere con chiarezza quando ricomincerà la ripresa e, per il momento, è preferibile un posizionamento più neutrale nei portafogli multi-asset.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Gestori

Aberdeen Asset ManagementAcomeAAgoraAllianz Global Investor
AlpiAmundi GroupAnimaArca
Aviva Investors Global ServicesAxaBanca del CeresioBanca Esperia
Banca Finnat EuramericaBanca Pop Emilia RomagnaBanca ProfiloBlackRock
BNY Mellon Asset ManagementCandriamConsultinvestCredit Suisse
Credito EmilianoDeutsche Asset ManagementErselFidelity International
Finanziaria internazionaleFondacoFranklin Templeton InvestmentsGesti-re
Groupama Asset ManagementGruppo AzimutGruppo Banca CarigeGruppo Banca Sella
Gruppo bancario Veneto BancaGruppo Banco PopolareGruppo BNP ParibasGruppo Credito Valtellinese
Gruppo GeneraliGruppo MediolanumGruppo MontepaschiGruppo Ubi Banca
Gruppo UnicreditHedge InvestIccreaIng Investment Management
Intesa SanPaoloInvescoJanus Capital GroupJP Morgan Asset Management
Kairos PartnersKempen Capital ManagementLa Francaise AMLemanik Asset Management
M&G InvestmentsMorgan StanleyNextam PartnersNN Investment Partners
NordeaPensplan InvestPictet Asset ManagementPoste Italiane
Raiffeisen Capital ManagementSchrodersSkandiaSociete Generale Sa
SoprarnoState Street Global AdvisorsTages Capital GroupTendercapital Funds
Threadneedle InvestmentsUbsUnipolVegagest
Vontobel Asset ManagementZenit (Pfm)

Associazioni

AbiAcepiAipb
AnasfApfAscosim
Assiom ForexAssogestioniAssoreti
Efpa Nafop

Reti

Allianz BankAzimutBanca Fideuram
Banca GeneraliBanca Popolare MilanoBca Popolare di Vicenza
Bnl-gruppo BNPClarisNetCredito Emiliano
Finanza & FuturoFinecoMediolanum
Ubi BancaWidiba

F Risparmio & Investimenti

Eventi finanza


Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967