Eurozona, la riapertura non è ancora nei prezzi: l'analisi di UBP

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

1 giugno 2021 - 16:09

MILANO (Finanza.com)

"La riapertura nell’Eurozona non è ancora nei prezzi". È quanto scrive Norman Villamin, chief investment officer wealth management di Union Bancaire Privée (UBP). Il contesto in Europa, spiega l'esperto, è in miglioramento grazie al calo dei contagi, all’accelerazione della campagna vaccinale nel continente europeo e alla graduale eliminazione delle restrizioni.


"Sebbene questa situazione rifletta quanto già visto nel Regno Unito quando è stata superata analogamente la soglia del 50% di popolazione vaccinata, Germania, Francia, Spagna e Italia sono ancora in ritardo sia rispetto al Regno Unito (che registra il 60% di vaccinati con la prima dose) che agli Stati Uniti (50% di vaccinati con la prima dose), che ora vedono trend di mobilità superiori ai livelli dell'estate scorsa", osserva Norman Villamin. Mentre i Paesi europei sembrano seguire l’esempio del Regno Unito, come dimostrano anche i dati economici - ad esempio, la crescita delle vendite al dettaglio che è aumentata negli ultimi mesi - in Europa il re-opening trade sui mercati azionari, a nostro avviso, risulta ancora all’inizio.


In particolare, da Union Bancaire Privée spiegano che le azioni retail in Europa non hanno ancora risposto a queste prospettive di riapertura, con l'indice MSCI Europe Retailing che si è mosso lateralmente, nonostante il miglioramento della mobilità dell’Eurozona registrato dall'inizio di aprile. Per quanto riguarda le banche dell'Eurozona, mentre la ripresa degli utili ha fornito quasi il 35% di rendimenti da inizio anno, i ROE delle banche rimangono vicini ai minimi ciclici, suggerendo, per il in futuro, ulteriori rendimenti trainati dagli utili. Con la ripresa degli utili all'orizzonte, UBP si attende che la crescita dei dividendi europei, soprattutto per le banche continentali, riacceleri nei prossimi trimestri, offrendo ulteriori opportunità di rendimento totale agli investitori.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Gestori

Aberdeen Asset ManagementAcomeAAgoraAllianz Global Investor
AlpiAmundi GroupAnimaArca
Aviva Investors Global ServicesAxaBanca del CeresioBanca Esperia
Banca Finnat EuramericaBanca Pop Emilia RomagnaBanca ProfiloBlackRock
BNY Mellon Asset ManagementCandriamConsultinvestCredit Suisse
Credito EmilianoDeutsche Asset ManagementErselFidelity International
Finanziaria internazionaleFondacoFranklin Templeton InvestmentsGesti-re
Groupama Asset ManagementGruppo AzimutGruppo Banca CarigeGruppo Banca Sella
Gruppo bancario Veneto BancaGruppo Banco PopolareGruppo BNP ParibasGruppo Credito Valtellinese
Gruppo GeneraliGruppo MediolanumGruppo MontepaschiGruppo Ubi Banca
Gruppo UnicreditHedge InvestIccreaIng Investment Management
Intesa SanPaoloInvescoJanus Capital GroupJP Morgan Asset Management
Kairos PartnersKempen Capital ManagementLa Francaise AMLemanik Asset Management
M&G InvestmentsMorgan StanleyNextam PartnersNN Investment Partners
NordeaPensplan InvestPictet Asset ManagementPoste Italiane
Raiffeisen Capital ManagementSchrodersSkandiaSociete Generale Sa
SoprarnoState Street Global AdvisorsTages Capital GroupTendercapital Funds
Threadneedle InvestmentsUbsUnipolVegagest
Vontobel Asset ManagementZenit (Pfm)

Associazioni

AbiAcepiAipb
AnasfApfAscosim
Assiom ForexAssogestioniAssoreti
Efpa Nafop

Reti

Allianz BankAzimutBanca Fideuram
Banca GeneraliBanca Popolare MilanoBca Popolare di Vicenza
Bnl-gruppo BNPClarisNetCredito Emiliano
Finanza & FuturoFinecoMediolanum
Ubi BancaWidiba

F Risparmio & Investimenti

Eventi finanza


Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967