News Finanza Indici e quotazioni Wall Street futures in rialzo dopo boom borsa Hong Kong +5%. In premercato volano titoli Big Tech cinesi

Wall Street futures in rialzo dopo boom borsa Hong Kong +5%. In premercato volano titoli Big Tech cinesi

Wall Street in rialzo in premercato: alle 13 circa ora italiana, i futures sul Dow Jones salgono dello 0,11%, i futures sul Nasdaq avanzano dello 0,50%, i futures sullo S&P 500 mettono a segno un rialzo dello 0,31%.

Gli investitori prestano attenzione alle novità sul Covid in Cina dopo le proteste montate nel fine settimana in diverse città del paese.

Oggi rally della borsa di Hong Kong, con l’indice Hang Seng che ha chiuso con un balzo del 5,24% a 18.204,68 e il sottoindice dei titoli hi-tech Hang Seng Tech index schizzato del 7,66%.

Nelle ultime ore, le autorità hanno reso noto un aumento in Cina delle vaccinazioni ai cittadini cinesi più anziani: la notizia è stata accolta con favore dai mercati, in quanto un numero più alto rispetto a quello attuale delle vaccinazioni agli anziani viene considerato presupposto cruciale per consentire il reopening.

Finora, nonostante la severa politica di Zero Covid adottata dal governo di Pechino, soltanto il 65,8% degli ultraottantenni ha ricevuto la terza dose.

In rimonta anche l’indice azionario cinese CSI, che ha chiuso in progresso del 3,09% a 3.848.42, dopo che in Cina i nuovi casi di Covid sono scesi rispetto alla giornata di domenica:

si tratta della prima flessione di nuove infezioni dal 19 novembre scorso.

In premercato a Wall Street si mette in evidenza il rally di alcuni titoli delle Big Tech cinesi quotate alla borsa di Newb York, come Alibaba, JD.com, Pinduoduo e Baidu. Il titolo Bilibili è volato fin oltre il 10%.

“Ci sono ragioni per essere cauti – ha commentato Adam Parker di Trivariate Research, in un’intervista rilasciata alla Cnbc – Il mercato ha segnato un forte rally questo trimestre, e c’è il timore che il contesto stia rallentando. Dunque penso che si stia manifestando un tentativo di equilibrio tra il rischio e il premio. Credo che il timore su un rallentamento dell’economia cinese sia stato una scusa per alcuni per propendere per un realizzo dei profitti che sono stati incassati nel trimestre”.

Ieri il Dow Jones Industrial Average ha perso 497,57 punti o l’1,45%. Lo S&P 500 ha ceduto l’1,54% mentre il Nasdaq Composite ha chiuso in flessione dell’1,58%.