News Finanza Indici e quotazioni Wall Street digerisce novità Fed: futures accelerano al rialzo. Titoli Best Buy e Baidu in rialzo post trimestrali

Wall Street digerisce novità Fed: futures accelerano al rialzo. Titoli Best Buy e Baidu in rialzo post trimestrali

A Wall Street la voglia di ripresa si fa concreta, con i futures sui principali indici azionari Usa che accelerano al rialzo.

Ieri un’altra seduta negativa per Wall Street, provocata ancora dagli effetti del discorso proferito a Jackson Hole dal presidente della Fed Jerome Powell: dopo il venerdì nero, che ha visto i principali indici azionari Usa perdere oltre il 3%, ieri lo S&P 500 ha perso lo 0,67% a quota 4.030,61, il Nasdaq Composite ha ceduto l’1,02% a 12.017,67 e il Dow Industrial Average è arretrato di 184,41 punti (-0,57%), a 32.098,99.

In occasione del simposio annuale di Jackson Hole, Powell ha rinnovato la determinazione della banca centrale a frenare l’impennata dell’inflazione con ulteriori rialzi dei tassi, anche a rischio di provocare sofferenza all’economia degli Stati Uniti.

“Gli investitori stanno realizzando che la Fed è seria nell’obiettivo di ridurre l’inflazione, anche se i dati recenti sembrano suggerire che l’inflazione stia iniziando a scendere – ha commentato Rod von Lipsey, managing director di UBS Private Wealth Management – Riteniamo che il rally estivo del mercato sia stato effimero e continuiamo a raccomandare agli investitori di rimanere selettivi e di focalizzarsi su settori difensivi dell’azionario come l’health care e le azioni che pagano dividendi”.

Tra i titoli che risollevano la borsa Usa nella sessione odierna, si mette in evidenza Best Buy, dopo che la società retail di prodotti elettronici ha riportato utili e un fatturato migliori delle attese degli analisti.

Best Buy ha concluso il secondo trimestre con un utile per azione di $1,54, su un fatturato di $10,33 miliardi. Gli analisti interpellati da Refinitiv avevano previsto un eps di $1,27 su un giro d’affari di $10,24 miliardi. Best Buy ha anche confermato l’outlook per l’intero anno.

Plaude alla trimestrale anche il colosso cinese Baidu, il cui titolo è quotato a New York. Le quotazioni balzano sul Nasdaq di oltre +3,5%.

“Nonostante un contesto macro sfidante provocato dal Covid-19, Baidu Core ha generato 23,2 miliardi di yuan di fatturato nel secondo trimestre, mentre il fatturato di Baidu AI Cloud ha conservato il momentum di forte crescita, salendo del 31% su base annua e del 10% su base trimestrale”, ha commentato il ceo Robin Li.

Alle 13.55 circa ora italiana, i futures sul Dow Jones salgono di 200 punti (+0,61%); quelli sullo S&P 500 avanzano dello 0,73% e quelli sul Nasdaq di oltre +1%.