News Notiziario Notizie Italia Tim: ultime novità e rumor su dossier, forte impegno governo. NetCo: le due strade

Tim: ultime novità e rumor su dossier, forte impegno governo. NetCo: le due strade

21 Dicembre 2022 11:34

Tim in rialzo a Piazza Affari, sale dell’1,2% alle 11.25 circa ora italiana. Così Equita SIM nella sua nota giornaliera dedicata ai mercati commenta le ultime novità sulla società di tlc:

“Nell’incontro tecnico di ieri al ministero si sarebbe parlato, in base a quanto riportato dalla stampa, di interventi di politica industriale che possano sostenere il settore, dai voucher agli adeguamenti delle tariffe

regolate all’inflazione a interventi sull’IVA che riducano la pressione sui prezzi dei servizi retail”.

“Domani il focus dell’incontro sarebbe invece le modalità di separazione della rete e il tema di come garantire i livelli

occupazionali”.

Equita ricorsa che “Vivendi avrebbe evidenziato ieri, secondo il Corriere, il tema dell’attuazione di due sentenze della Corte di Giustizia europea e del Consiglio di Stato, che potrebbe portare cassa per 1 miliardo relative ai canoni di concessione non dovuti e al pagamento di certificati bianchi”.

“Il Messaggero – prosegue la SIM milanese nel commento dedicato a TIM – ribadisce le due strade della vendita tout court di NetCo oppure del demerger, sottolineando che possa trattarsi di un demerger non proporzionale, in modo da concentrare la quota di CDP in NetCo e di Vivendi in ServCo, con eventuale conguaglio tra le parti”.

Viene spiegato che “il demerger rispetto alla vendita aiuta a ridurre il problema dei gap valutativi (rileva infatti il differenziale di valore tra NetCo e ServCo piuttosto che i valori assoluti) e il demerger non proporzionale risolve fin da subito l’assetto di controllo dei due asset. Non risolve invece il tema dell’eccesso di leva del gruppo che nel demerger rimane immutato rispetto alla situazione attuale.

Emerge dagli articoli il forte impegno del governo nel portare avanti l’analisi del dossier, l’esigenza di tempi più lunghi per arrivare a una soluzione condivisa (il sole24ore parla dei primi mesi del 2023) e la disponibilità del governo di sostenere interventi di sostegno al settore che implicitamente supportano la valutazione dell’asset rete. Non ci sono però ancora indicazioni chiare su quanto sarà effettivamente implementato al termine di questa analisi”.