News Finanza Indici e quotazioni Tesla, Musk sogna in grande: ‘avrà una capitalizzazione superiore a quelle di Apple e Saudi Aramco’. Buyback fino a $10 miliardi

Tesla, Musk sogna in grande: ‘avrà una capitalizzazione superiore a quelle di Apple e Saudi Aramco’. Buyback fino a $10 miliardi

Nella earnings call con gli analisti e i media, Elon Musk, numero uno di Tesla, ha sfoderato molto ottimismo sul futuro di Tesla, parlando anche della possibilità di lanciare un buyback azionario. Sotto i riflettori soprattutto le dichiarazioni relative alla fiducia che la capitalizzazione di Tesla possa superare quella di Apple. Anzi, di Apple e Saudi Aramco combinate. “Non posso enfatizzare abbastanza il fatto che abbiamo una domanda eccellente per il quarto trimestre e che prevediamo di vendere ciascuna auto che produciamo almeno per il futuro che riusciamo a intravedere – ha detto Elon Musk – Le nostre fabbriche stanno viaggiando alla massima velocità e stiamo consegnando ogni auto che produciamo, mantenendo solidi i nostri margini operativi”.

Nel diramare i risultati di bilancio relativi al terzo trimestre, Tesla ha annunciato di stimare ancora un tasso di crescita annua nelle consegne dei suoi veicoli, pari in media al 50%, per quest’anno. Tesla dovrebbe inoltre lanciare “un buyback significativo” l’anno prossimo, ha detto Musk, di un valore compreso tra $5 miliardi e $10 miliardi, a seconda del via libera che arriverà dal cda.

“Sono dell’opinione che possiamo superare l’attuale capitalizzazione di Apple. E infatti, vedo un potenziale percorso che potrebbe portare Tesla a valere più di Apple e Saudi Aramco insieme. Ciò non significa che succederà o che sarà semplice”.

La capitalizzazione di mercato di Tesla è pari a 695,76 miliardi di dollari, a fronte dei 2,3 trilioni circa di Apple.

Il colosso delle auto elettriche Tesla fondato e guidato da Elon Musk ha annunciato di aver concluso il terzo trimestre dell’anno con utili lievemente migliori delle attese, ma con un fatturato risultato deludente.

L’utile netto (GAAP) di Tesla è cresciuto a $3,33 miliardi, praticamente il doppio rispetto agli $1,62 miliardi dello stesso periodo del 2021, a fronte di un margine lordo che si è mantenuto stabile al 27,9%, così come nel secondo trimestre di quest’anno.

Su base adjusted, l’eps si è attestato a $1,05 rispetto agli $1,01 attesi dagli analisti, mentre il fatturato è ammontato a $21,45 miliardi, livello inferiore rispetto ai $22,09 miliardi previsti.

Pur se inferiore alle attese, il fatturato di Tesla ha testato un nuovo record.