News Finanza Notizie Italia Piazza Affari recupera terreno: in vetta la coppia Leonardo-Iveco, debole Nexi

Piazza Affari recupera terreno: in vetta la coppia Leonardo-Iveco, debole Nexi

Dopo una partenza poco sotto la parità, Piazza Affari mette a segno il rimbalzo. A Milano, poco prima delle 9,30 il Ftse avanza ora dello 0,67% a quota 26.510,39 punti dopo i cali della vigilia. Ieri l’indice Ftse Mib ha ha chiuso in contrazione in scia alla salita dei tassi Btp sulle prospettive di una Bce più aggressiva per contrastare l’inflazione. A calmare le acque le parole di Christine Lagarde, presidente della Bce, che in un’audizione al Parlamento europeo ha detto che “non c’è fretta nell’aggiustare la politica monetaria” e che “qualsiasi adeguamento alla nostra politica sarà graduale”.

Tra i titoli sul listino principale di Piazza Affari, da monitorare CNH Industrial (+0,47%) e Banco Bpm (+0,8%) nel giorno dei conti. Da seguire anche Mps che ieri sera ha snocciolato i risultati di bilancio e ha nominato Luigi Lovaglio nuovo amministratore delegato. Il titolo del gruppo bancario senese sale in avvio di oltre il 5 per cento.

Torna a imboccare la strada degli acquisti Saipem (+0,71%) che nelle passate sedute aveva pagato in Borsa l’annuncio del terzo profit warning consecutivo. Nei giorni scorsi Saipem ha annunciato la nomina di Alessandro Puliti come nuovo direttore generale con ampie deleghe operative. L’agenzia S&P ha tagliato il rating su Saipem a BB- da BB, a causa della fragilità operativa del gruppo e dell’aumento dei rischi finanziari. Inoltre, il rating della società è stato messo in CreditWatch, con la possibilità pertanto di un ulteriore taglio se la società dovesse dare ulteriori aggiornamenti negativi. In vetta al listino milanese il terzetto composto da Leonardo, Iveco e Bper con rialzi di oltre l’1,5 per cento. Nelle retrovie lievi cali per Nexi che indietreggia di circa lo 0,65 percento.