News Notiziario Notizie Italia Piazza Affari chiude poco sopra la parità (+0,10%), al via il simposio Jackson Hole

Piazza Affari chiude poco sopra la parità (+0,10%), al via il simposio Jackson Hole

Piazza Affari chiude la seduta poco sopra la parità (+0,10%)in una seduta poco movimentata per le piazze del Vecchio continente. Oggi il prezzo del gas Europeo ha superato €300 Megawattora, settimana prossima si riunirà il Consiglio Europeo per cercare di trovare una soluzione comune alla crisi energetica.

I titoli migliori nella seduta di oggi sono Eni (+2%) seguito da STM (+1,7%), Exor (+1,7%) e Tenaris (+1,6%). Mentre i peggiori della seduta di oggi Saipem (-4%), Banco BPM (-2,6%), Nexi(-2,2%) e Iveco Group (-2%).

Poco impattato il mercato obbligazionario nonostante lo scoop del FT sugli hedge fund che hanno scommesso contro i titoli di stato italiani. Lo spread Btp/Bund ha chiuso la seduta a 223pb, mentre il rendimento del Btp decennale é sceso a 3,5% rispetto al 3,7% di ieri.

Abbiamo visto anche i verbali della BCE.

Al consiglio direttivo Bce del 20 e 21 luglio la decisione di alzare i tassi di interesse di mezzo punto percentuale è stata presa con “una maggioranza molto ampia”.

E secondo quanto riportano i verbali della riunione, pubblicati oggi dall’istituzione, “un rialzo da 50 punti base è stato ritenuto appropriato alla luce del peggioramento delle prospettive di inflazione”. Un primo passo verso la normalizzazione della linea monetaria ritenuto “più ampio” dei 25 punti base precedentemente segnalati, che secondo i banchieri centrali dell’area euro avrebbe fornito “un chiaro segnale sulla determinazione a ottemperare al proprio mandato” di controllo dei prezzi.