News Finanza Notizie Italia Ovs in rally in Borsa (+9%), vendite tornano a livelli pre-Covid

Ovs in rally in Borsa (+9%), vendite tornano a livelli pre-Covid

1 Febbraio 2022 13:03

Corre Ovs a Piazza Affari, dove mostra una crescita di oltre il 9% a 2,68 euro (+178,46% la performance a 1 anno del titolo in Borsa). Il gruppo italiano attivo nel mercato dell’abbigliamento ha annunciato i dati preliminari per il 2021 che vedono le vendite nette dell’esercizio chiuso il 31 gennaio 2022 superiori alle attese. Nel dettaglio, i ricavi si sono attestati a 1,36 miliardi di euro, in crescita del +34,6% rispetto al 2020, recuperati i livelli del 2019. Le vendite nette del quarto trimestre sono state pari a 380 milioni (+35% rispetto al 2020 e in linea con la situazione pre-pandemica), mentre quelle del canale e-commerce hanno evidenziato una crescita del 23% sul 2020 e di oltre il 100% rispetto al 2019. L’indebitamento Finanziario Netto rettificato al 31 gennaio 2022 si è attestato a circa 198 milioni in netto miglioramento sia rispetto alle previsioni che rispetto al 31 gennaio 2021.

“L’anno 2022 sarà ancora caratterizzato da incertezze sia sul fronte dell’emergenza sanitaria che sul fronte delle tensioni sui costi. Crediamo tuttavia che la nostra azienda sia ben posizionata per accogliere quei clienti che, a fronte di quello che riteniamo sarà una generale tendenza al rialzo dei prezzi, vorranno trovare in noi la miglior combinazione di qualità, prezzo corretto, moda e sostenibilità – ha dichiarato l’amministratore delegato di Ovs, Stefano Beraldo -. Stiamo impostando le attività del 2022 nella consapevolezza che le azioni di continuo miglioramento del prodotto e di rinnovamento della rete, quelle sul fronte della digitalizzazione dei processi e dell’ecommerce, le sinergie di sourcing che possiamo ancora ottenere e le attività di contenimento costi poste in essere negli anni del Covid, ci potranno consentire una adeguata redditività e generazione di cassa”.

Il consiglio di amministrazione del gruppo veneto ha inoltre deliberato di avviare un programma di acquisto di azioni proprie e ha nominato due dirigenti con responsabilità strategiche.