News Finanza Notizie Mondo Materie prime, Tesla pronta a entrare nel mining del litio: il commento di eToro

Materie prime, Tesla pronta a entrare nel mining del litio: il commento di eToro

Nell’ambito delle materie prime, ha fatto molto rumore la notizia da Elon Musk che Tesla potrebbe iniziare ad estrarre litio. Secondo Ben Laidler, global markets strategist di eToro, un segnale di quanto l’inflazione preoccupi i produttori e come ci possa essere un rallentamento nella supply chain.

“Il fondatore di Tesla, Elon Musk, ha di nuovo segnalato che il più grande produttore di veicoli elettrici (EV) del mondo potrebbe aver bisogno di estrarre direttamente il materiale cruciale della batteria, il litio, per assicurare la sua catena di approvvigionamento e gestire l’aumento dei costi – ha affermato l’esperto – Questo è più facile a dirsi che a farsi, ma riflette la preoccupazione che l’aumento incontrollato dei prezzi delle batterie rallenterà la transizione ai veicoli elettrici”.

“I prezzi del litio sono saliti di oltre il 450% negli ultimi dodici mesi, poiché l’aumento della domanda di batterie EV ha superato l’offerta dei principali produttori in Australia e Cile – ha evidenziato Laidler – Le batterie EV rappresentano il 70% della domanda di litio, e il prezzo medio della batteria è ora di circa 9.000 dollari, o più del 20% del costo del veicolo”.

“Le vendite globali di veicoli elettrici sono raddoppiate nell’ultimo anno, guidate dalla Cina e dall’Europa, e si prevede che questa tendenza acceleri con l’inasprimento delle norme governative sulle emissioni, l’introduzione di nuovi modelli e le migliori infrastrutture di ricarica – ha concluso il manager – Il rischio è che l’impennata dei prezzi del litio e delle batterie inizi a bloccare questa crescita, in particolare negli Stati Uniti, dove l’adozione è in ritardo”.