News Notiziario Notizie Italia Manovra, governo a Juncker: rinviare pensioni e reddito cittadinanza per liberare fino a 5 mld per investimenti

Manovra, governo a Juncker: rinviare pensioni e reddito cittadinanza per liberare fino a 5 mld per investimenti

Reddito di cittadinanza e quota 100 rimandati per consentire che parte delle risorse necessarie per finanziarli venga utilizzata per ulteriori investimenti. E’ la proposta riportata da Il Sole 24 Ore, che il governo M5S-Lega avrebbe presentato all’Ue, nella speranza di strappare il sì alla manovra.

“Quattro-cinque miliardi di minori spese per quota 100 e reddito di cittadinanza, legate all’avvio di entrambe le misure dal 1° aprile anziché da gennaio. Uno 0,2% del Pil recuperato sul 2,4% fissato come tetto per il 2019, che il premier Giuseppe Conte tenta di proporre al presidente della Commissione Ue, Jean-Cluade Juncker, come benzina aggiuntiva da gettare sul fuoco degli investimenti”, scrive il quotidiano nell’edizione odierna.

Il documento che il premier Conte e il ministro dell’economia Giovanni Tria hanno presentato a cena a Palazzo Berlaymont con Juncker, *il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis e il Commissario agli Affari finanziari Pierre Moscovici, stando a quanto rende noto il Sole, è di quaranta pagine, suddivise in tre capitoli: “lavoro e sicurezza, interventi strutturali e semplificazione, investimenti”.

“Si punta sugli strumenti forniti dalle leggi 196/2009 e 243/2012 che consentono al ministero dell’Economia (dunque a Tria) in via unilaterale di effettuare tagli compensativi se nel corso dell’anno, dai monitoraggi mensili, dovessero emergere scostamenti della spesa effettiva di ogni ministero dagli obiettivi”.