News Notiziario Notizie Italia La Spaxs di Passera annuncia business combination con Banca Interprovinciale

La Spaxs di Passera annuncia business combination con Banca Interprovinciale

Spaxs, la Spac promossa dall’ex a.d. di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera con Andrea Clamer, ex responsabile dell’area Npl di Banca Ifis, ha annunciato di avere sottoscritto ieri un accordo (approvato dal proprio consiglio di amministrazione) finalizzato alla realizzazione della business combination con Banca Interprovinciale, istituto bancario attivo dal 2009 nel segmento delle Pmi con un totale attivo di circa 1 miliardo di euro e un patrimonio netto di circa 60 milioni di euro. “L’operazione – si legge in una nota – è soggetta all’autorizzazione dei competenti organi di vigilanza, con i quali il relativo iter verrà prontamente avviato, e alla successiva approvazione dell’assemblea degli azionisti di Spaxs, in conformità alle norme contenute nel proprio statuto sociale”.

L’obiettivo di Spaxs è di essere pronta ad operare anche nei nuovi segmenti di mercato nei quali intende inserirsi già a partire dalla seconda metà dell’anno in corso. Il progetto imprenditoriale della Spac guidata da Corrado Passera prevede la creazione di una banca innovativa dedicata al segmento delle “Pmi con potenziale”, attiva nel mercato dei non-performing loans e nell’offerta di servizi bancari ad alto tasso di digitalizzazione per famiglie e imprese.

In base ai termini dell’accordo, è prevista l’acquisizione di una percentuale pari a circa il 91,4% del capitale sociale di Banca Interprovinciale per un controvalore complessivo di circa 51,2 milioni di euro, corrispondenti a una valorizzazione del 100% di Banca Interprovinciale pari a circa 56 milioni. Si prevede possa poi seguire un’integrazione societaria tra Spaxs e Banca Interprovinciale che verrebbe realizzata successivamente con tempi e modalità da definire, con l’obiettivo di chiedere l’ammissione all’Mta di Borsa Italiana al ricorrere delle condizioni e con i tempi tecnici necessari.

In particolare, il 72% circa del capitale sociale di Banca Interprovinciale verrà acquistato in contanti e il 19,4% circa tramite conferimento e consegna di massime 987.128 azioni Spaxs di nuova emissione a un valore di 11 euro per azione. Per quanto riguarda il rimanente 8,6% circa del capitale sociale di Banca Interprovinciale, l’accordo prevede che ulteriori adesioni possano arrivare in un tempo successivo.