News Notiziario Notizie Italia Imvest: Piano industriale al 2022, Target Ebitda a 30,7 milioni e investimenti per 265 mln

Imvest: Piano industriale al 2022, Target Ebitda a 30,7 milioni e investimenti per 265 mln

Il Cda di Imvest, società AIM specializzata in servizi di locazione immobiliare, trading e sviluppo immobiliare, ha approvato il Piano Industriale 2018-2022.

Le linee guida del Piano sono quattro: avvio di operazioni di sviluppo immobiliare all’estero con principale focus nel Regno Unito; avvio di operazioni di sviluppo immobiliare in Italia con progetti a Roma, Firenze e Tellaro per un valore complessivo di circa 70 milioni; proseguimento delle operazioni di trading immobiliare in Italia; mantenimento dell’attuale portafoglio di immobili a reddito.

Gli investimenti complessivi previsti dal Piano ammontano a circa 265 milioni e saranno coperti anche attraverso linee di finanziamento senior e in parte attraverso l’emissione di un prestito obbligazionario. Relativamente a quest’ultimo la Società sta valutando l’emissione di un prestito presumibilmente convertibile in azioni dell’emittente di nuova emissione e dell’ammontare di circa 50 milioni.

Interessanti le dichiarazioni di Luciano Capaldo, Presidente di Imvest, il quale ha dato anche un quadro dello scenario di mercato. Il presidente ha infatti dichiarato che “I mercati immobiliari europei dopo anni di crisi anche profonda, hanno ritrovato la strada della ripresa: le limitate realizzazioni di nuove unità nel periodo di crisi hanno diminuito il prodotto disponibile con conseguente riduzione della vacancy e aumento dei canoni e prezzi di vendita. Tutto ciò, secondo quanto confermato anche dall’European Outlook 2018 presentato da Scenari Immobiliari, dovrebbe spingere il fatturato del mercato immobiliare nel Regno Unito a segnare un + 9%. Sul mercato domestico, invece, ci attendiamo di proseguire la tradizionale attività di trading beneficiando del previsto aumento, pari al 6,2%, del fatturato del mercato immobiliare italiano mosso da un rialzo dei prezzi”.

Infine ricordiamo i Target al 2022. Il valore della produzione dovrebbe attestarsi a circa 40 milioni, l’EBITDA a 30,7 milioni (EBITDA margin del 76%), a fronte di investimenti complessivi di circa Euro 265 milioni.

Il titolo oggi cresce del 1,5% a 2,01 euro, sovraperformando il mercato.