News Finanza Dati Macroeconomici Germania: a settembre indice Ifo ancora in calo, economia scivola nella recessione

Germania: a settembre indice Ifo ancora in calo, economia scivola nella recessione

Nel mese di settembre l’indice IFO in Germania è pari a 84,3 punti dal precedente 88,5. L’indice Ifo è l’ultimo indicatore del sentiment che suggerisce che l’economia tedesca sta scivolando in una recessione invernale.

L’indicatore anticipatore più importante della Germania ha appena inviato altri segnali di recessione. A settembre, l’indice Ifo è sceso a 84,3 da 88,5 di agosto. Si tratta del quarto calo consecutivo. La ragione principale dell’ulteriore indebolimento del sentimento economico è chiara: l’elevata inflazione e le sue implicazioni sui costi aziendali e sulla domanda dei consumatori dice ING.

Come nel resto d’Europa, con la fine dell’estate le forze recessive si sono fatte sentire. In prospettiva, l’economia tedesca continua ad avvicinarsi a una tempesta perfetta. La guerra in Ucraina ha probabilmente segnato la fine del modello economico di successo della Germania: importare energia e beni di consumo a basso costo (russi) ed esportare prodotti di alta qualità nel mondo, beneficiando della globalizzazione. Il Paese è ora nel mezzo di una revisione completa, accelerando la transizione verde, ristrutturando le catene di approvvigionamento e preparandosi a un mondo meno globalizzato. E queste cose si aggiungono a problemi ben noti da tempo, come la mancanza di digitalizzazione, la vecchiaia delle infrastrutture e l’invecchiamento della società, solo per citarne alcuni.

Nelle settimane e nei mesi a venire, questi cambiamenti a lungo termine saranno messi in ombra dai problemi a più breve termine: inflazione elevata, prezzi dell’energia in aumento, attriti nella catena di approvvigionamento e indebolimento della domanda globale. Una recessione è inevitabile. Tuttavia, contrariamente alle precedenti recessioni come la crisi finanziaria o la pandemia, l’economia tedesca non sembra cadere a picco, ma piuttosto scivolare in una lunga recessione invernale.