News Finanza Notizie Mondo Fmi taglia outlook Pil globale 2022-2023. Citati guerra Russia-Ucraina, inflazione, lockdown da Covid in Cina

Fmi taglia outlook Pil globale 2022-2023. Citati guerra Russia-Ucraina, inflazione, lockdown da Covid in Cina

Un outlook per l’economia “fosco e più incerto”. Così il nuovo World Economic Outlook (WEO) del Fondo Monetario Internazionale, pubblicato oggi.

L’istituzione di Washington ha tagliato le proprie stime sul trend del Pil globale per il 2022 e il 2023, rispettivamente al +3,2% e +2,9%, con downgrade di 0,4 e 0,7 punti percentuali rispetto all’outlook del mese di aprile.

L’Fmi ha spiegato la revisione al ribasso con il fatto che i rischi al ribasso che aveva presentato nel suo precedente report si stanno materializzando.

Tra le sfide su cui il Fondo aveva lanciato l’avvertimento, quelle di una fiammata globale dell’inflazione, di un rallentamento dell’economia peggiore delle attese in Cina e delle ulteriori conseguenze scatenate dalla guerra tra Russia e Ucraina.

“La ripresa preliminare del 2021 è stata seguita da sviluppi che si sono fatti più foschi nel 2022 – si legge nel World Economic Outlook (WEO) dell’Fmi – Diversi shock hanno colpito una economia mondiale già indebolita dalla pandemia: una inflazione più alta delle attese in tutto il mondo – soprattutto negli Stati Uniti e nelle principali economie dell’Europa, fattore che ha scatenato condizioni finanziarie più rigide; un rallentamento peggiore delle attese in Cina, che ha rispecchiato i contagi del Covid-19 e i lockdown; e gli ulteriori effetti negativi provenienti dalla guerra in Ucraina”.