News Finanza Dati Macroeconomici Eurozona: Pil è atteso in crescita del 4% nel 2022 e del 2,7% nel 2023

Eurozona: Pil è atteso in crescita del 4% nel 2022 e del 2,7% nel 2023

Il Pil dell’eurozona è atteso in crescita del 4% nel 2022 e del 2,7% nel 2023, dopo il balzo del 5,3% nel 2021. Lo scrive la Commissione riducendo le precedenti stime formulate in autunno quando era stata indicata una crescita del 4,3% per quest’anno e del 2,4% per il 2023. Nell’intera Ue l’attesa è di una crescita del 4% nel 2022 e del 2,8% nel 2023, dopo il +5,3% nel 2021. Il rallentamento del robusto rimbalzo partito in primavera, già previsto, spiega la Commissione, è risultato più acuto per l’ondata di infezioni Covid-19, i prezzi dell’energia e le continue interruzioni sul lato dell’offerta.

“L’inflazione ha alzato la testa negli ultimi mesi del 2021”, rispetto alle precedenti stime “ci si attende che i prezzi dell’energia restino alti per un lungo periodo e questo creerà problemi su alcune categorie di beni e servizi”. Lo sottolinea il commissario Ue agli Affari Economici Paolo Gentiloni presentando le stime economiche invernali. “L’incertezza resta a livelli preoccupanti”, spiega il commissario parlando comunque di “rischi bilanciati per l’economia”. “I fondamentali restano solidi, ci aspettiamo che l’economia Ue riprenderà slancio”, aggiunge.