News Notiziario Notizie Italia Eni: rumors su possibile acquisizione di Neptune Energy per $5 mld

Eni: rumors su possibile acquisizione di Neptune Energy per $5 mld

Eni starebbe trattando l’acquisizione del produttore di gas e petrolio Neptune Energy per circa 5-6 miliardi di dollari. Secondo quanto riportato da Bloomberg, il colosso italiano dell’energia è al lavoro con un advisor per studiare la fattibilità di un accordo.

Le discussioni sono ancora in fase preliminare. Neptune, sostenuta dai fondi di private equity Carlyle Group e CVC Capital Partners, potrebbe valutare opzioni alternative, inclusa una Ipo. I rappresentanti di Eni e Neptune non hanno rilasciato commenti.

Per Eni, l’acquisizione consentirebbe di espandere il business del gas naturale, un tema fondamentale per i suoi piani di crescita. Il Gruppo mira ad incrementare il peso del gas a oltre il 90% della sua produzione di idrocarburi entro il 2050, riducendo invece la quota relativa al petrolio e le emissioni di carbonio. Circa il 75% della produzione di Neptune proviene da gas naturale nel Mare del Nord, Nord Africa e Asia, in regioni in cui Eni già opera.

L’operazione si inserisce nel contesto di un settore in fermento. Carlyle sta esplorando un’offerta multimiliardaria per gran parte del portafoglio oil&gas della società energetica austriaca OMV. Shell ha raggiunto un accordo per acquistare Nature Energy Biogas per quasi 2 miliardi di dollari, mentre BP ha recentemente chiuso un deal da 4,1 miliardi di dollari per rilevare Archaea Energy.