News Finanza Dati Macroeconomici Consumi: balzo vendite al dettaglio insufficiente per il Codacons, gap con pre-crisi ancora altissimo

Consumi: balzo vendite al dettaglio insufficiente per il Codacons, gap con pre-crisi ancora altissimo

Insufficiente per il Codacons la ripresa delle vendite al dettaglio e il gap con il periodo pre-crisi rimane ancora altissimo. Lo afferma l’associazione dei consumatori Codacons, che giudica negativamente i dati sul commercio diffusi oggi dall’Istat, che hanno visto a febbraio un balzo del 6,6% rispetto al mese prima.

“A fronte di una crescita mensile trainata dai beni non alimentari, si registra un crollo delle vendite su base annua del -7% in volume – spiega il presidente di Codacons, Carlo Rienzi – I numeri dell’Istat confermano gli allarmi lanciati a più riprese dal Codacons circa la grave crisi del commercio che prosegue anche nel 2021 coinvolgendo, stavolta, tutti i settori: grande distribuzione, discount e piccoli negozi vedono un tracollo delle vendite, e a salvarsi è solo l’e-commerce, che anche a febbraio registra crescite a due cifre”.

“Di tale situazione drammatica fanno le spese i piccoli negozi, con gli esercizi non alimentari che segnano un calo delle vendite del -9,1% su anno, a tutto vantaggio del commercio online, a dimostrazione di come il Covid abbia radicalmente modificato le abitudini di acquisto degli italiani”, conclude Rienzi.