News Notiziario Notizie Altri paesi Europa Bce: inflazione medio periodo stimata in ulteriore rialzo anche per robusta crescita salariale

Bce: inflazione medio periodo stimata in ulteriore rialzo anche per robusta crescita salariale

“Nell’area dell’euro l’inflazione sui dodici mesi misurata sullo IAPC è salita all’1,3 per cento a dicembre 2019, dall’1,0 per cento di novembre, principalmente per via dell’incremento della componente energetica”. E’ quanto si legge nel bollettino della Bce. “Sulla base dei prezzi correnti dei contratti future sul petrolio, nei prossimi mesi l’inflazione complessiva dovrebbe mantenersi intorno ai livelli attuali. Pur rimanendo a livelli bassi, gli indicatori delle aspettative di inflazione si sono stabilizzati o hanno registrato un lieve aumento. Le misure dell’inflazione di fondo restano generalmente contenute, sebbene vi siano ulteriori indicazioni di un lieve aumento in linea con le aspettative precedenti. Se da un lato le pressioni sul costo del lavoro si sono intensificate a fronte di condizioni più tese nei mercati del lavoro, dall’altro la più debole dinamica della crescita sta ritardando la loro trasmissione all’inflazione. Nel medio periodo ci si attende che l’inflazione aumenti, sostenuta dalle misure di politica monetaria della BCE, dall’espansione economica in atto e dalla robusta crescita salariale”.