News Finanza Notizie Italia Banco BPM, preview su utili e ricavi IV trimestre. Ottimismo su capacità di aumentare i dividendi

Banco BPM, preview su utili e ricavi IV trimestre. Ottimismo su capacità di aumentare i dividendi

Equita SIM presenta la preview sulla trimestrale di Banco BPM, ricordando che la banca guidata da Giuseppe Castagna riporterà i risultati del quarto trimestre il prossimo 8 febbraio. Il titolo sale sul Ftse Mib dell’1,75%, a 2,79 euro.

“Ci aspettiamo un trimestre che permetta a Banco BPM (BAMI) di raggiungere i target di guidance FY21, ossia ricavi pari a circa 4,4 miliardi e un eps di 35 cents (ovvero un utile netto a 530 milioni circa). Riguardo il quarto trimestre, ci attendiamo quindi ricavi complessivi superiori a 1 miliardo, con un NII (margine di interesse) sostanzialmente piatto su base trimestrale (-1%) e commissioni in calo del -3% circa

su base trimestrale (+8% su base annua) incorporando prudentemente una lieve contrazione delle banking fees a causa dell’impatto negativo derivante dalla variante Omicron”.

“Non ci aspettiamo che il trading fornisca un contributo rilevante sui ricavi nel quarto trimestre del 2021”, si legge ancora nella nota di Equita.

Nel dettaglio, le stime sono le seguenti:

NII (margine di interesse): 511 milioni (-1% QoQ, flat YoY);

– Fatturato complessivo: 1,009 miliardi (-8% QoQ, -4% YoY);

– Utile operativo: 381 milioni (-16% QoQ, -21% YoY):

– LLP a 216 milioni (78 punti base, sostanzialmente in linea col trimestre precedente e coerente con la stima FY pari a 81 punti base).

– Utile netto: 76 milioni.

Equita SIM scrive che, “considerando il Business Plan presentato lo scorso novembre, confermiamo le nostre stime 22-23 e la nostra raccomandazione positiva sul titolo e target price a 3,5 per azione (2022E P/E = 9x, P/TE = 0,5x). Banco BPM tratta a sconto rispetto alla media di settore (PTE 0,4x vs 0,5x) ad una valutazione che, a nostro avviso, non riflette pienamente l’accelerazione della performance operativa. La posizione patrimoniale, con CET1 >13% lungo l’arco di piano, garantisce flessibilità al management per aumentare la remunerazione agli azionisti nei prossimi anni (payout ratio 2021 exp 40%)”.