Finanza Notizie Italia Dicembre, un altro mese caldo sul fronte tasse: il 16 scadenza saldo Imu e tasi 2019  

Dicembre, un altro mese caldo sul fronte tasse: il 16 scadenza saldo Imu e tasi 2019  

 

Dicembre è un altro mese caldo sul fronte tasse. Una delle giornate clou per i contribuenti è quella di lunedì 16 dicembre, termine ultimo per milioni di italiani per il versamento della seconda rata dell’Imu e della Tasi per l’anno 2019, le due tasse che riguardano gli immobili. Il primo acconto relativo alle tasse sugli immobili era stato versato lo scorso 17 giugno. Se non ci saranno cambiamenti dell’ultima ora dal 2020 le due imposte verranno unificate: stando a quanto previsto nella Manovra 2020, la Tasi dovrebbe essere unificata all’Imu. 

Ma in questo finale d’anno sono numerosi gli adempimenti per gli italiani che saranno alle prese con tasse, tributi e imposte prima della tregua natalizia. La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha fatto il punto sulle principali scadenze di dicembre.

La prima scadenza è stata quella 2 dicembre relativa la “rottamazione-ter” e il “saldo e stralcio” delle cartelle. Su questo fronte sono previsti cinque giorni in più, quindi fino lunedì 9 dicembre, per mettersi in regola. Come sottolinea l’Agenzia della riscossione, si tratta di una platea di 1,8 milioni di contribuenti per oltre 15 milioni di cartelle e avvisi che saranno pagati in modo agevolato (11,4 milioni per la “rottamazione-ter” e 4,2 milioni per il “saldo e stralcio”). 

Una giornata da cerchiare in rosso per gli appuntamenti con il fisco è quella di lunedì 16 dicembre: scade infatti il versamento della liquidazione Iva mensile, che si va ad aggiungere ai versamenti periodici mensili relativi ai contributi e alle ritenute da conteggiare sulle retribuzioni dei dipendenti in forza alle aziende.

Nello stesso giorno vanno versate le ritenute d’acconto sui redditi di lavoro autonomo corrisposti a novembre e c’è, come anticipato, anche il saldo di Imu e Tasi per il 2019. Su quest’ultimo fronte per chi non avesse ancora effettuato il calcolo e conoscere l’aliquota applicata per effettuare il pagamento del saldo da pagare entro lunedì 16, è possibile controllare le delibere del proprio comune sul sito del ministero dell’economia e delle finanze

Cosa è l’Imu?

Nella sua definizione ufficiale l’imposta municipale propria (Imu) si applica al possesso di fabbricati, escluse le abitazioni principali classificate nelle categorie catastali diverse da A/1, A/8 e A/9, di aree fabbricabili e di terreni agricoli ed è dovuta dal proprietario o dal titolare di altro diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie), dal concessionario nel caso di concessione di aree demaniali e dal locatario in caso di leasing.