Finanza Notizie Italia Bankitalia: debito pubblico torna a salire a quota 2.713,9 mld. Ecco cosa riflette l’aumento

Bankitalia: debito pubblico torna a salire a quota 2.713,9 mld. Ecco cosa riflette l’aumento

Il debito pubblico italiano torna a crescere a inizio 2022. Stando ai dati diffusi dalla Banca d’Italia, nel mese di gennaio il debito delle amministrazioni pubbliche è stato pari a 2.713,9 miliardi di euro. “L’aumento pari a 35,5 miliardi rispetto al valore di dicembre 2021 riflette le maggiori disponibilità liquide del Tesoro (36,3 miliardi, a 83,8) e l’effetto degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio (1,1 miliardi), -, l’avanzo di cassa delle amministrazioni pubbliche ha invece ridotto il debito per 1,8 miliardi”, spiega Bankitalia presentando la pubblicazione mensile “Finanza pubblica: fabbisogno e debito”.

Osservando invece la ripartizione per sottosettori, il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 34,7 miliardi e quello delle amministrazioni locali di 0,8 miliardi; il debito degli enti di previdenza è rimasto stabile. Inoltre, a gennaio la quota del debito delle amministrazioni pubbliche detenuta dalla Banca d’Italia è risultata pari al 25,4 per cento (25,3 per cento a dicembre). La vita media residua del debito è, invece, rimasta stabile rispetto a dicembre, a 7,6 anni.

Debito torna a crescere fino a giugno: le stime di Mazziero Research
Secondo le stime di Mazziero Research il debito crescerà sino a giugno, portandosi tra 2.747 e 2.789 miliardi. Guardando agli ultimi mesi del 2021, c’è stato un continuo ridimensionamento del debito che è passato dal record storico di 2.734 miliardi a 2.678 miliardi, decisamente inferiore alle previsioni del Governo che stimava un dato pari a 2.732 miliardi. “Non dobbiamo comunque dimenticare che nel 2021 il debito è aumentato di 105 miliardi, meglio del 2020 quando salì di 163 miliardi, ma anche peggio dei 28 miliardi del 2019”, rimarca l’esperto.

Bankitalia: entrate tributarie aumentano dell’8,6% a gennaio
A gennaio le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 39,8 miliardi, in aumento dell’8,6 per cento (3,2 miliardi) rispetto al corrispondente mese del 2021.