Immobiliare: dopo un 2020 solido, quest'anno prezzi delle case in UE cresceranno più lentamente

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Alessandra Caparello

22 febbraio 2021 - 12:26

MILANO (Finanza.com)

I prezzi delle case in Europa dovrebbero crescere più lentamente nel 2021 dopo un solido 2020, in quanto la domanda repressa dalle chiusure dell'anno scorso verrà progressivamente assorbita, con un contestuale peggioramento dell’accessibilità, mentre i livelli di attività economica sono destinati a restare sottotono.
Così l’ultimo report di S&P Global Ratings (“S&P”) sul settore immobiliare in Europa secondo cui i prezzi nel 2020 sono stati più dinamici rispetto al 2019 a causa della forte domanda e del peggioramento dell'offerta, nonostante la più grande contrazione economica degli ultimi decenni. Gli esperti inoltre notano un rafforzamento della domanda di abitazioni e una crescita dei prezzi oltre il 2021, dopo un probabile allentamento delle restrizioni legate alla pandemia verso fine 2021. Questo dovrebbe aprire la strada a una ripresa sostenuta dell'economia e dell'occupazione.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Annunci pubblicitari

Calcolatori

calcolatori auto fondi obbligazioni casa Rata mutuo

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967