Casa: abitazione principale, casa vacanza o investimento? Regione che vai, ragione che trovi

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Redazione Finanza

9 febbraio 2021 - 14:46

MILANO (Finanza.com)

La Liguria è la regione con la percentuale più elevata di casa vacanza, mentre in Sicilia e Campania sono alte le percentuali investimento e in Lombardia prevale la casa per vivere. Le ragioni di acquisto di un immobile cambiano lungo lo Stivale. Ecco la mappa regione per regione disegnata dall'ufficio studi di Tecnocasa.

Per quanto riguarda l’abitazione principale le regioni con le percentuali più alte sono la Lombardia (85,1%), l’Emilia Romagna (84%), la Toscana (81,4%) ed il Piemonte (81,1%). In ogni caso, in tutte le regioni esaminate, la componente “abitazione principale” è quella prevalente e non scende mai al di sotto del 68,5% sul totale delle compravendite. Si conferma come l’acquisto della casa “per viverci” sia il principale motivo che spinge gli acquirenti verso la compravendita di abitazioni residenziali.

Analizzando la componente di acquisti per investimento, le regioni con le percentuali più alte sono la Sicilia (26,4%) e la Campania (25,6%). Ad incidere su queste percentuali è certamente la presenza di città come Palermo e Napoli, dove circa un terzo delle compravendite riguarda l’investimento, spesso inteso anche come acquisto di soluzioni da trasformare in B&B e affittacamere.

Infine gli acquisti di case vacanza. In questo caso, la percentuale più alta si registra in Liguria con il 17,7% sul totale delle compravendite in regione, a seguire Sardegna (9,9%), Puglia (9,2%) e Calabria (8,1%). Per casa vacanza si intende la seconda casa al mare, al lago, oppure in montagna, ma è la casa al mare a farla da padrona. Ai primi posti della classifica, infatti, si trovano regioni dove è molto alta la presenza di rinomate località turistiche di mare.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Annunci pubblicitari

Calcolatori

calcolatori auto fondi obbligazioni casa Rata mutuo

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967