Scheda ETF

Nome: Db X-Trackers Msci World Telecommunication Services Index Ucits ETF DR

Dati principali

Nome: Db X-Trackers Msci World Telecommunication Services Index Ucits ETF DR
Sottostante: Msci World Telecommunication Services Trn Index
Mercato di riferimento: Indici settoriali
Emittente: DB x-trackers
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 13,124 EUR   Data: 17.9.2020   Massimo (giorno): 13,242   Minimo (giorno): 13,124

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,45%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il Db X-Trackers Msci World Telecommunication Services Index Ucits ETF DR mira a replicare l'andamento dell'indice MSCI World Telecommunication Services, denominato in euro. Questo ETF consente di ottenere, con un'unica transazione, un'esposizione ai maggiori titoli del settore delle telecomunicazioni. Questo ETF non stacca dividendo (total return), pertanto le cedole staccate dai singoli titoli presenti nell'indice sottostante vengono direttamente reinvestite nel fondo. E' prevista la replica diretta del sottostante.
Sintesi:
Questo strumento è adatto per effettuare un investimento concentrato sul settore delle telecomunicazioni. E' da privilegiare sulla base di buone previsioni per l’intera industria o delle stime di bassi tassi d’interesse nei Paesi dove questi titoli risultano quotati.
Indice sottostante:
L'indice MSCI World Telecommunication Services comprende i maggiori titoli mondiali del settore delle telecomunicazioni. A livello geografico c'è una netta prevalenza delle società tlc statunitensi, seguite da quelle britanniche, spagnole e giapponesi.
Strategia:
Questo ETF consente di effettuare un investimento focalizzato sul settore delle telecomunicazioni a livello mondiale. Può quindi rappresentare un efficiente mezzo per assumere posizione sull’intero comparto.
Fattori di rischio:
Lo strumento risulta esposto al rischio cambio, in particolare euro/dollaro, euro/sterlina ed euro/yen. Un rialzo dei tassi di interesse renderebbe maggiormente oneroso il costo del debito per le società appartenenti all’indice. Occorre inoltre considerare che i singoli operatori nazionali sono sottoposti a variazioni regolamentari da parte dei rispettivi governi, che potrebbero condizionare l’andamento dei titoli in Borsa.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967