Scheda ETF

Nome: db x-trackers S&P Global infrastructure Ucits ETF 1C

Dati principali

Nome: db x-trackers S&P Global infrastructure Ucits ETF 1C
Sottostante: S&P Global infrastructure
Mercato di riferimento: Azionario Mondo
Emittente: DB x-trackers
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 38,115 EUR   Data: 3.12.2020   Massimo (giorno): 38,23   Minimo (giorno): 38,06

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi -11,76
6 mesi -11,76
12 mesi 9,02
36 mesi 8,28
  val.
Costi gestione annui 0,60%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il db x-trackers S&P Global infrastructure Ucits ETF 1C replica l'andamento di un indice composto da 75 società che operano nel settore delle infrastrutture: servizi pubblici, trasporti ed energia. Ha un costo annuo dello 0,60% ed è total return. Permette pertanto di differenziare l'investimento su un'ampia gamma di società facenti parte di tre settori differenti e dislocate in eterogenee aree geografiche.
Sintesi:
Il fondo consente di investire in un indice composto da 75 società operanti nel settore delle infrastrutture.

Indice sottostante:
L'Indice S&P Global Infrastructure fornisce un'esposizione nei confronti di 75 società quotate globali operanti nel settore delle infrastrutture. L'indice è costruito con dei pesi bilanciati in tre differenti aree di business all'interno del settore infrastructure: utilities, trasporti e energia. L'energia include le attività di stoccaggio e trasporto di gas e petrolio, l'area trasporti include quelli via terra (su gomma e su rotaia), via mare e via aerea. L'area utilities comprende l'elettricità, il gas, l'acqua e le multi-utilities. Le aree utilities e trasporti hanno un peso del 40% ciascuna, mentre l'energia era al 20%. Nessun singolo titolo ha un peso superiore al 5%. Tra le prime cinque società su cui è investito l'indice spiccano E.On, Abertis e l'italiana Atlantia.
Strategia:
Il fondo presenta un'elevata diversificazione con ogni singolo titolo che non può superare la soglia del 5% del totale dell'indice. E' adatto a chi vuole investire su società poco esposte ai rischi di un rallentamento del ciclo economico operanti in business molto regolamentati e che pertanto garantiscono ritorni costanti ed elevate barriere all'ingresso per potenziali concorrenti. Inoltre sono cospicui gli investimenti previsti nei prossimi anni nel settore delle infrastrutture soprattutto nei paesi emergenti a forte crescita.
Fattori di rischio:
Il fondo è quotato in dollari ed è quindi esposto al rischio cambio.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967