Scheda ETF

Nome: db x-trackers MSCI Europe Index UCITS ETF (DR) 1C

Dati principali

Nome: db x-trackers MSCI Europe Index UCITS ETF (DR) 1C
Sottostante: MSCI Total Return Net Europe
Mercato di riferimento: Azionario Europa
Emittente: DB x-trackers
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 55,08 EUR   Data: 25.9.2020   Massimo (giorno): 55,33   Minimo (giorno): 55

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,3%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il db x-trackers MSCI Europe Index UCITS ETF (DR) 1C replica l’andamento dell’indice MSCI Europe TRN, che prevede il reinvestimento dei dividendi, permettendo di investire in maniera diversificata sulle principali società europee.
Sintesi:
Questo Etf offre l’opportunità di investire nei titoli più importanti presenti sui mercati europei, con un indice che si propone di riflettere il rendimento dei mercati sulla base del rendimento complessivo, con ciò indicando il reinvestimento dei dividendi netti. E’ quindi ideale per un investimento diversificato sulle blue chips dei mercati continentali.
Indice sottostante:
L’MSCI Total Return Net Europe Index riflette la performance dei mercati azionari sviluppati europei secondo una logica di reinvestimento dei dividendi nell’indice stesso. L’indice è costruito sulla capitalizzazione di mercato aggiustata per il flottante. L’indice è composto da azioni dei seguenti 16 paesi sviluppati: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Olanda, Norvegia, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera. L’indice è costituito da poco più di 600 componenti. I titoli più pesanti del paniere sono British Petroleum, Hsbc e Vodafone, ma tra i dieci maggiori titoli compaiono anche le italiane Unicredito, Intesa-Sanpaolo e Telecom Italia.stor
Strategia:
L’etf permette un investimento con focus sul mercato europeo. Nonostante la sua focalizzazione, consente un discreto grado di diversificazione all’interno dell’area euro e anche a livello settoriale. L’etf può quindi costituire la parte europea di un portafoglio. Le migliori performance dello strumento si possono cogliere, anche in considerazione dell’elevato peso dei finanziari, nelle fasi di espansione del ciclo economico.
Fattori di rischio:
Oltre al rischio implicito nell’andamento dell’indice, altri rischi sono costituiti in particolare dall’andamento dei tassi di cambio principalmente nei confronti di sterlina e franco svizzero.
La presenza di molti titoli finanziari rende l’Etf sensibile all’aumento dei tassi d’interesse, ma l’effetto è mitigato dalla consistente presenza di titoli britannici generalmente connotati da un basso livello di indebitamento.
Il rischio di un aumento dei prezzi delle materie prime è controbilanciato dalla presenza sul mercato Uk di numerosi gruppi estrattivi.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967