Scheda ETF

Nome: Boost S&P 500 VIX Short-Term Futures 2.25x Leverage Daily ETP

Dati principali

Nome: Boost S&P 500 VIX Short-Term Futures 2.25x Leverage Daily ETP
Sottostante: S&P 500 VIX Short-Term Futures Index ER
Mercato di riferimento: Tematici
Emittente: Boost ETP
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 84,6 EUR   Data: 27.11.2020   Massimo (giorno): 88,76   Minimo (giorno): 84,6

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,99%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il Boost S&P 500 VIX Short-Term Futures 2.25x Leverage Daily ETP offre una performance giornaliera di 2,25 volte superiore a quella dell’indice sottostante, aggiustata per riflettere i costi e le commissioni inerenti al mantenimento e al rolling di una posizione a leva nei future, più il reddito da interessi maturato sull'ammontare collateralizzato.
Sintesi:
Il Boost S&P 500 VIX Short-Term Futures 2.25x Leverage Daily ETP permette di prendere posizione sulla volatilità con leva 2,25.
Indice sottostante:
L'indice S&P 500 VIX Short-Term Futures Index ER è un indice a strategia che fornisce una esposizione diretta alla volatilità attesa del mercato azionario statunitense, rappresentato dall’indice S&P 500, attraverso un paniere di contratti future S&P 500 VIX quotati sul mercato Chicago Board Options Exchange.
Strategia:
Prendere posizione sulla volatilità è considerato un utile strumento di copertura contro l’eventualità che si verifichino improvvisi e consistenti ribassi del mercato azionario USA e, storicamente, ha avuto una correlazione negativa per lo S&P 500. La performance degli ETP a leva viene calcolata sulla base dei rendimenti giornalieri composti, pertanto i rendimenti misurati su periodi maggiori di un giorno possono discostarsi da quelli offerti dall’indice di riferimento (effetto compounding).
Fattori di rischio:
Con una esposizione al rialzo o al ribasso ai movimenti dei contratti future relativi alla volatilità attesa dell’indice S&P 500, questo strumento risulta penalizzato in fasi di allentamento delle tensioni sui mercati finanziari che comportano un calo della volatilità attesa.

Sondaggi

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967